Domenica 28 maggio 2017 03:10
Diario Partenopeo

Notizie ed Eventi della citta' di Napoli


Compravendita dei senatori, iniziato il processo a Napoli




NAPOLI - E' iniziato stamane nell'aula 110 del Palazzo di Giustizia di Napoli il processo all'ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi per la compravendita dei senatori nel 2006. L'ex premier è accusato di aver dato tre milioni di euro a Sergio De Gregorio, all'epoca senatore dell'Idv per passare al centrodestra. E così è stato, dopo essere stato eletto nel 2006 con l'Idv, De Gregorio era passato al centrodestra, contribuendo così alla caduta di Romano Prodi nel 2008. Durante l'udienza preliminare, Valetr Lavitola, ex direttore dell'Avanti attraverso il quale Berlusconi corruppe De Gregorio, ha ammesso di aver consegnato grosse somme di denaro a Sergio De Gregorio, ma dichiarando che quei soldi provenivano dal finanziamento al quotidiano L'Aventi e che si trattava della restituzione di un prestito che De Gregorio gli aveva fatto in precedenza. L'ex senatore De Gregorio, nonostante abbia ammesso di esser stato corrotto e chiesto il patteggiamento l'allora giudice Amelia Primavera lo ha condannato a un anno e otto mesi di reclusione. Oggi al processo in qualità di avvocato dell'Italia dei valori si è presentato Antonio Di Pietro che si è costituito parte civile al processo. Dopo una breve camera di consiglio, il Tribunale di Napoli ha respinto le eccezioni sollevate dalla difesa per le notifiche nel processo sulla compravendita dei senatori e ha dichiarato la contumacia di Berlusconi, ritenendolo avvisato. L'udienza conclusa è stata rinviata a domani la quale sarà dedicata alla costituzione delle parti civili tra cui quella del Senato. © Riproduzione riservata