Sorpresa alla Capri Watch Cup. Fuori Volandri, quattro giovani in semifinale




NAPOLI - Tradizione rispettata. Il Challenger Atp di Napoli, anche quest'anno, vede protagonisti i giovani. Saranno quattro talenti in rampa di lancio a contendersi la finale della Capri Watch Cup. Il belga ventiquattrenne Arthur De Greef, il portoghese Gastao Elias, lo slovacco ventitreenne Josef Kovalik ed il rumeno Marius Copil cercheranno di ripercorrere le orme dei vari Johansson, Safin, Ferrero e Gasquet che, dalla terra rossa di Mergellina, hanno spiccato poi il volo verso i vertici del tennis mondiale. La prima semifinale della Capri Watch Cup è in programma domani alle ore 11.00 e vedrà opporsi il belga Arthur De Greef che ha sconfitto Roberto Carballes Baena con il risultato di 7/6(2) 6/3 a Marius Copil che ha superato il siciliano Salvatore Caruso con il risultato di 6/0 6/2. «Sono felicissimo – ha dichiarato Copil – ho giocato uno dei migliori match della mia carriera. Mi sto allenando molto con il mio nuovo team per adattarmi a tutte le superfici. Napoli mi piace tantissimo, sia per il torneo, organizzato in un circolo meraviglioso, che per il cibo. Spero che questo torneo mi possa lanciare verso la rincorsa ai top 100. Ci sono stato vicino una volta e per questo ci sta un po' di pressione». Se il rumeno è motivato, non gli è da meno l'avversario. «Ho giocato una buona partita – ha dichiarato De Greef. Ho giocato bene il primo set. Mi piace molto giocare qui a Napoli. Il torneo ha una bellissima organizzazione, un pubblico fantastico. Copil gioca molto bene, sarà dura ma voglio la finale». L’altra semifinale vedrà protagonisti il portoghese Elias, testa di serie numero sei del torneo che ha superato il bielorusso Ignatik con il punteggio di 6/2 6/2 e lo slovacco Jozef Kovalik giustiziere nei quarti di finale di Filippo Volandri con il risultato di 6/4 6/7(4) 6/2. «Peccato per oggi – ha dichiarato Volandri – Mi sono fatto rimontare in più occasioni, mi è mancato un po’ di cinismo. Però sono contento per la settimana perché mi serviva mettere nelle gambe più match possibile e vedere i risultati degli allenamenti degli ultimi mesi». Una piacevole sorpresa nel torneo di doppio dove la coppia tutta italiana Matteo Donati e Stefano Napolitano ha conquistato la finale dopo aver sconfitto con il punteggio di 6/3 6/2 la coppia formata da Alessandro Giannessi e Tomasz Bednarek. La giornata di domani, tra i vari appuntamenti, offrirà agli amanti del tennis la possibilità di assistere al 1° Trofeo “Città di Napoli” – Torneo Nazionale di Tennis in Carrozzina con la partecipazione di otto campioni nazionali e paraolimpici. © Riproduzione riservata