Mercoledi 22 novembre 2017 15:35

Cuore Napoli, senti capitan Maggio: «Speriamo di ripartire dal pubblico»
Il regista puteolano: «Mi è dispiaciuto che nel girone Ovest non ci siano la Fortitudo Bologna e Treviso. Mi sarebbe piaciuto giocare al PalaDozza».

14 luglio 2017



NAPOLI - In mattinata il Cuore Napoli Basket ha annunciato la riconferma del capitano, Roberto Maggio per il prossimo campionato di A2. Il playmaker classe '90 ha espresso la sua gioia per la permanenza all'ombra del Vesuvio: «Sono contento di restare a Napoli - ha dichiarato in conferenza stampa -. Non vedevo l'ora di firmare questo contratto. La scorsa stagione è stata bellissima. Speriamo di ripartire dal pubblico e di fare un'ottima stagione».

«Mi sarebbe piaciuto giocare al PalaDozza»

Il regista partenopeo ha, inoltre, parlato della composizione dei gironi della Serie A2: «È un campionato nuovo che andiamo ad affrontare. Mi è dispiaciuto che nel girone Ovest non ci siano la Fortitudo Bologna e Treviso. Mi sarebbe piaciuto giocare al PalaDozza. Non è un girone assolutamente facile. Sarà bello confrontarsi con altre squadre, con altri palazzetti. Non vedo l'ora d'iniziare».

Al PalaBarbuto è intervenuto anche il ds azzurro, Vincenzo Ruggiero, fornendo un ritratto completo del nuovo acquisto, Hrvoje Vucic: «Per quanto riguarda il lato difensivo, molti si sono soffermati sul dato dei rimbalzi catturati nonostante la sua stazza. Molti hanno guardato solo le statistiche, senza osservare le partite del ragazzo. Molte volte si trovava a difendere in situazioni di pick and roll, arrivando quasi a metà campo: per un 2.12 è difficile, poi, recuperare. È dotato di un quoziente intellettivo sopra la media. Passa la palla come pochi. Le sue mani sono davvero delicate. Questo ragazzo dà la possibilità a tutti i suoi compagni di aprire sempre più il campo. Credo che la difesa non sia un problema».

Infine, il patron dei partenopei, Ciro Ruggiero ha svelato una novità di mercato: «Nei prossimi giorni ci sarà la conferenza stampa per un altro napoletano, Mattia Mastroianni».

© Riproduzione riservata