Domenica 24 giugno 2018 16:35

Napoli, Zielinski: «Con la Roma gara difficile. De Bruyne? Vorrei diventare come Hamsik»
Il centrocampista azzurro carica l'ambiente in vista della sfida con i giallorossi: «Lo scudetto non è così lontano. Ci aspettano 12 finali».

01 marzo 2018

Il centrocampista del Napoli, Piotr Zielinski ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: «Io come De Bruyne? Stiamo parlando di un campione. Sono onorato per il paragone, ma ad oggi è molto più forte di me. Ho le potenzialità per diventare un campione, spero accada a breve, ma devo pensare solo a lavorare».

«Il goal di Hamsik è la prova delle nostre qualità»

Il polacco è tornato sulla gara contro il Cagliari, battuto 5-0 alla Sardegna Arena: «Abbiamo stravinto con una squadra che in casa fa bene. Sono molto fisici, ma noi abbiamo tirato fuori le nostre armi ed abbiamo giocato il nostro calcio. Il goal di Hamsik, poi, è la riprova del fatto che siamo una squadra forte, con tanta qualità. Il fatto che undici giocatori abbiano toccato la palla la dice lunga. Fare ancora meglio? Sì, si può. D'altronde a Cagliari ci sono stati circa 10 minuti di disattenzione...».

«Ci aspettano 12 finali e dobbiamo giocarle al meglio»

È lecito pensare che il sogno scudetto possa diventare realtà? «La sensazione che abbiamo è che non è così lontano. Per noi le prossime gare devono essere 12 finali, dobbiamo cercare di vincerle tutte». Intanto, anche se con una gara da recuperare, la Juventus è a -4 dagli azzurri, in vetta al campionato: «Noi pensiamo solo a noi stessi. Se giochiamo come sappiamo, vinciamo. E se vinciamo tutte le partite saremo sicuramente primi alla fine, non ci saranno problemi, ed il sogno diventerà realtà».

«Voglio festeggiare il mio compleanno con tutta la città»

Il 20 maggio, giorno dell'ultima di campionato, è anche il compleanno di Zielinski: «Festeggerò allo stadio dopo la partita col Crotone. Il mio sogno è festeggiarlo con tutta la città. Tanti auguri a te dal San Paolo? Meglio che tutto lo stadio canti insieme a noi "Un giorno all'improvviso"». Il centrocampista azzurro ha parlato anche del giocatore che, accutane
nella sua carriera, lo ha messo maggiormente in difficoltà: «Quando ero ad Empoli ho avuto un po' di difficoltà con Pogba». E di quello a cui s'ispira: «Non devo cercare lontano. A Napoli abbiamo Hamsik: vorrei diventare come lui, lo guardo ogni giorno in allenamento».

Sulla Roma e sul rientro di Milik

Ora, però, gli azzurri dovranno fare i conti con la Roma al San Paolo: «Ci aspetta una gara difficile e delicata. Verranno qui in cerca di riscatto, ma se giochiamo come sappiamo, possiamo farcela. Sappiamo tutti che la Roma è un'ottima squadra. Sarri ci ha detto di pensare solo a questa partita e di mostrare il nostro solito calcio». Ancora incerta la convocazione di Milik: «Arek sta bene, speriamo che a breve sia a disposizione del mister perché ci darà una grande mano. Ha il goal nel dna, sarebbe per noi un valore aggiunto».

© Riproduzione riservata