Martedi 12 dicembre 2017 03:44

Napoli, difesa colabrodo: mai così male dal primo anno di Serie A




Intensità e lavoro. Questo è il mantra ripetuto da Rafa Benitez, nel corso di questa stagione, quando gli è stato chiesto un antidoto ai problemi difensivi del Napoli. Volano i fogli del calendario, ma la squadra azzurra continua ad incassare goal in quantità. Altre quattro reti ieri, sul campo degli onesti carneadi dell'Empoli. Dopo il poker empolese, le reti subite dal Napoli in campionato salgono a 43. 24 in più della Juventus, 12 in più della Lazio, 18 in più della Roma. La difesa azzurra è la peggiore delle prime dieci in classifica. Peggio hanno fatto solo le squadre impelagate nella lotta salvezza e il Palermo, undicesimo, che ha incassato 48 reti. Tanti errori difensivi, sia tecnici che concettuali, hanno minato il cammino del Napoli in questo campionato. Una difesa colabrodo con numeri paurosi. La colpa non è solo del reparto arretrato. La fase difensiva coinvolge tutta la squadra e spesso la retroguardia azzurra si è ritrovata davanti una mediana incapace di fare filtro. Basta mettere un uomo in più a centrocampo e un mezz'ala tra le linee per mandare nel caos la fase difensiva del Napoli. Le cosiddette piccole usano spesso questo tipo di modulo, trovando vita facile nella metà campo partenopea. 43 reti subite, dunque. A cinque giornate dalla fine. Non era mai successo negli ultimi anni. Per risalire ad un ruolino di marcia simile, bisogna tornare indietro fino al 2007/08, anno del ritorno in Serie A del Napoli. In quel campionato gli azzurri, neopromossi in massima serie, arrivarono alla 34a giornata con 47 reti incassate. Conclusero ottavi e si qualificarono per l'Intertoto. Da allora, il peggior risultato erano state le 41 reti incassate a cinque giornate dalla fine del campionato 2011/12. In quella stagione, il Napoli concluse la Serie A al quinto posto, raccogliendo il pallone nella propria porta per 46 volte. Dal 2011 in poi, ad eccezione del campionato appena richiamato, la squadra partenopea ha sempre il torneo con meno di 40 goal insacassati. Lo stesso Benitez, l'anno scorso, ha chiuso la Serie A con 39 segnature al passivo. © Riproduzione riservata