Domenica 17 dicembre 2017 10:56

Corsa al secondo posto, la Roma perde i pezzi: Strootman e De Rossi a rischio squalifica
La sconfitta dei giallorossi nel derby e la contestuale vittoria del Napoli hanno riaperto la corsa al secondo posto, che vale l'accesso diretto ai gironi di Champions League

01 maggio 2017



La sconfitta della Roma nel derby e la contestuale vittoria del Napoli a San Siro hanno riaperto la corsa al secondo posto. I giallorossi sono ancora avanti di un punto e in vantaggio negli scontri diretti, ma nelle prossime partite potrebbero essere costretti a rinunciare a due uomini chiave.

Vergogna Strootman

Sono ancora sotto gli occhi di tutti le immagini della clamorosa simulazione di Kevin Strootman, la cui plateale caduta ha tratto in inganno Orsato inducendolo a fischiare un assurdo calcio di rigore. Il tuffo nell'area di rigore biancoceleste sarà oggetto di prova tv e il centrocampista olandese - sulla scia dei precedenti di Iliev, Adriano e Krasic - rischia almeno due giornate di squalifica. Una sanzione che lo metterebbe fuori gioco nei prossimi delicati impegni: la Roma è infatti attesa dal Milan a Meazza, e dalla Juventus all'Olimpico. La società capitolina ha però annunciato il ricorso, e, secondo quanto filtra, proverà a dimostrare che la volontà del calciatore non era quella di ingannare l'arbitro quanto piuttosto di evitare il calcione di Wallace.

A rischio anche De Rossi

Il calcio di rigore inesistente assegnato da Orsato è stato poi realizzato da Daniele De Rossi, che nella gioia per il momentaneo pareggio si è lasciato andare a un'esultanza "a luci rosse" verso la panchina della Lazio, probabilmente nei confronti di un collaboratore di Inzaghi. Anche in questo caso la Procura potrebbe chiedere la prova tv per il gestaccio, sebbene in casi del genere sia più probabile che il giocatore possa cavarsela con una semplice ammenda. Con il Milan non ci sarà invece il difensore Rudiger, espulso nel finale per un'entrata scomposta su Djordjevic.

© Riproduzione riservata