Mercoledi 13 dicembre 2017 21:47

Finito l’incontro Emery-De Laurentiis. Siviglia furioso, Castro studia la contromossa




Si è concluso l'incontro tra il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, e Unai Emery. Il tecnico del Siviglia è la prima scelta per la panchina azzurra dopo l'addio di Benitez. De Laurentiis ci crede ed è volato a Madrid in fretta e furia appena ha avuto la disponibilità per un incontro. Ha individuato nell'allenatore, fresco vincitore dell'Europa League, la figura giusta per rilanciare la squadra azzurra dopo la delusione di un finale di stagione disastroso. I due hanno discusso a lungo, confrontandosi su aspetti economici e progettuali. L'offerta di De Laurentiis è di 3,5 milioni all'anno per tre anni con la garanzia di una rosa competitiva in tutte le competizioni. Emery ha ascoltato con attenzione la proposta e ha preso tempo, almeno 48 ore. Probabilmente, attende di conoscere anche le idee di Manchester City e West Ham, gli altri due club interessati. E il Siviglia? I dirigenti del club andaluso sono furiosi. Sono venuti a conoscenza dell'incontro tra Emery e De Laurentiis solo tramite la stampa. Si vedono impotenti a causa della clausola di rescissione che potrebbe liberare l'allenatore che gli ha fatto vincere due edizioni consecutive dell'Europa League. Riferisce El Mundo che in casa Siviglia si studiano le contromosse per convincere il tecnico a restare. Il presidente Pepe Castro è disposto ad un ritocco dell'ingaggio ma non fino ai 3,5 milioni proposti dal Napoli. Vuole far leva sulla possibilità di giocare la Champions e promette acquisti all'altezza per migliorare la rosa. Nel frattempo, però, già si è cautelato dando l'incarico a Monchi, il plenipotenziario del mercato del club, di mettersi alla ricerca di possibili sostituti. Al momento le uniche due piste sono Gracia del Málaga o Escribá dell'Elche ma entrambi non convincono né Castro né il direttore sportivo. Meglio allora mettercela tutta per trattenere Emery. Il presidente ha parlato questa sera alla radio ufficiale del club, tessendo le lodi dell'allenatore. «Indipendentemente da tutte le voci, il nostro allenatore ha un contratto per un'altra stagione - ha dichiarato Castro -. Penso che Emery è un ragazzo intelligente e serio, perché lui ha sempre fatto quello che ha detto. Penso che rispetterà il contratto che lo lega al Siviglia. Noi vogliamo continuare con lui perchè al di là delle vittorie, ha saputo capire come pochi altri l'anima del club». Parole di facciata, il numero uno sivigliano teme l'addio. Sono lontani i tempi in cui Emery chiuse le porte in faccia ad un contratto da 4 milioni proposto dal Milan. Recentemente si è legato a Jorge Mendes, uno dei procuratori più influenti a livello mondiale. Qualcosa vorrà pur dire. © Riproduzione riservata