Mercoledi 16 agosto 2017 23:50

Hamsik salva il Napoli, con il Besiktas finisce 1-1. Discorso qualificazione aperto




ISTANBUL  - Solo un pareggio per il Napoli in casa del Besiktas. Gli azzurri non riscattano la sconfitta interna dell'andata, impattando 1-1. Anzi vanno anche vicini alla sconfitta. Solo un gran goal di Hamsik evita il tracollo, dopo il rigore messo a segno da Quaresma. E' la partita del rientro di Gabbiadini ma l'attaccante, ancora una volta, si dimostra impalpabile. I turchi, modesti ma tignosi, lo contengono senza troppi problemi.

MIRA SBAGLIATA - Le squadre scendono in campo in una Vodafone Arena infuocata. Il pubblico è l'arma in più del Besiktas ma i primi minuti sono un assolo azzurro. I turchi sono molto bassi, gli uomini di Sarri pressano alti e gli impediscono di uscire palla al piede. Il Napoli va vicino al goal in tre occasioni nel primo quarto d'ora. Al 1' è Gabbiadini ad anticipare la difesa su cross di Ghoulam, ma il suo tocco sfila a lato. Dieci minuti dopo arriva l'occasione più nitida al centravanti azzurro: il lancio di Allan è perfetto, la conclusione si infrange però sulle mani di Fabri. Al 13' è Callejon a sparare alto da posizione favorevole. L'infortunio di Tosic al 23' cambia le carte in tavola. Senul lo sostituisce con Tosun, abbassando Adriano sulla linea dei difensori. L'assetto resta il 4-2-3-1 ma ora Aboubakar gioca da esterno, scambiandosi la posizione con Quaresma.  Alla mezzora arriva la grande occasione per i padroni di casa. Koulibaly svirgola di testa e smarca Hutchinson davanti a Reina ma il centrocampista canadese spara sul palo.

INFERNO E RITORNO - Il Besiktas, dopo aver colpito il legno, alza un po' il baricentro. Anche nella ripresa, l'assetto è meno rinunciatario. Il Napoli cerca di approfittarne e al 51' sfiora ancora il goal con Callejon che, imbeccato da Insigne, si fa chiudere lo specchio da Fabri. Gunes scambia più volte le pedine in attacco, nella speranza di trovare la quadra sugli esterni. Ma, con il passare dei minuti, la pressione azzurra torna alta. L'ingresso di Mertens, che sostituisce Gabbiadini al 63', doverebbe dare nuovo vigore alla fase offensiva. Il belga, in realtà, non riuscirà ad incidere. Koulibaly, al 75', ne fa un'altra ma Aboubakar si fa chiudere in angolo. Al 77' Clattenburg vede un tocco di mano di Maksimovic in area e fischia il rigore. Sul dischetto va Quaresma e porta in vantaggio il Besiktas. Ma Hamsik, quattro minuti dopo, estrae dal cilindro una staffilata di sinistro che riequilibra il risultato. E' l'ultima emozione, finisce in pareggio. Il discorso qualificazione è ancora aperto.

© Riproduzione riservata