Domenica 24 settembre 2017 15:55

Napoli-Inter 3-0. Azzurri da applausi, Pioli annichilito
Il miglior Napoli della stagione liquida l'Inter al San Paolo con un netto 3-0, gli azzurri agganciano l'Atalanta a quota 28 punti.

02 dicembre 2016



NAPOLI - Dominio totale. Così si possono sintetizzare i 90 minuti di Napoli-Inter, con gli azzurri che liquidano la formazione di Pioli grazie ad una prestazione perfetta. Tre goal per tre punti importanti, che permettono al Napoli di agganciare l'Atalanta al quinto posto. L'Inter sprofonda e resta in ottava posizione, in attesa delle partite del weekend. L'approccio sbagliato e l'eccessiva distanza tra i reparti condannano i nerazzurri ad una figuraccia.

Fulmini azzurri

Senza Mertens, Sarri ha una sola scelta: Gabbiadini centravanti, con Insigne e Callejon ai lati. Pioli tiene in panchina Joao Mario e punta sulla coppia Brozovic-Kongodbia in mediana. Dietro Icardi c'è Banega, nel ruolo di trequartista. L'inizio è shock per l'Inter. Il Napoli inizia ad un ritmo indiavolato e segna due volte nei primi sei minuti. Sono passati meno di due minuti quando Zielinski, in diagonale, sfrutta l'assist di Callejon e batte Handanovic. Neanche il tempo di esultare e arriva il raddoppio: Hamsik, lanciato in profondità, infila il corridoio giusto con un diagonale perfetto. L'Inter è frastornata, il Napoli è scatenato. I nerazzurri non riescono a trovare una contromisura al predominio a centrocampo di Hamsik che annichilisce Kongodbia e Brozovic. Sono i migliori 45 minuti della stagione azzurra, ma la difesa concede troppo a Icardi. Serve il miglior Reina per sventare, in uscita, due pericolose sortite dell'attaccante argentino. Il 2-0 alla fine del primo tempo è sacrosanto, con Gabbiadini e Hamsik pericolosi dalle parti di Handanovic in altre tre occasioni.

Il San Paolo canta

Pioli vorrebbe raddrizzarla e comincia il secondo tempo con Eder al posto di Banega. Le speranze durano cinque minuti. Al 51' Insigne, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, si inventa il colpo a volo che chiude la partita. 3-0. Gioco, partita, incontro. L'Inter alza bandiera bianca. Non approfitta neanche delle occasioni che una difesa un po' troppo disattenta le concede. Al 68' Reina si guadagna gli applausi con una parata superlativa su Candreva, dimenticato a centro area dai centrocampisti azzurri. Al 76' il San Paolo si alza in piedi per applaudire Hamsik, il migliore in campo, e per scorgere Marko Rog, all'esordio in Serie A. Nel finale il Napoli controlla il gioco senza troppi patemi. Finisce tra gli applausi, a quattro giorni dal match decisivo di Champions in casa del Benfica.

© Riproduzione riservata