Giovedi 23 novembre 2017 00:45

Udinese-Napoli 3-1, Sarri: «Assurdo giocare sempre dopo la Juve. Higuain ha subito un’ingiustizia»




UDINE - Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Sky al termine della gara del Friuli, che ha visto gli azzurri soccombere ai padroni di casa per 3-1: «Abbiamo giocato contro una squadra che ha giocato la miglior partita della stagione, mentre noi eravamo decisamente sotto tono, non abbiamo dato velocità al gioco e non c'è stato raccordo tra reparti. Può succedere, soprattutto quando si rientra dalle soste e si gioca in questo orario, scendere in campo alle 12:30 è difficile un pò per tutti ma c'è chi si adatta meglio alla situazione. E' un nostro limite e dobbiamo lavorarci su». «Nella nostra squadra ci sono tanti giocatori che hanno poche presenze in nazionale, quindi può succedere che quando ti convocano per la prima volta spendi più energie rispetto a chi viene convocato più spesso. E' sicuramente un altro aspetto che dobbiamo migliorare per perseguire il nostro obiettivo di diventare una grande squadra». «Siamo secondi da sei settimane e abbiamo sempre giocato dopo la Juventus, mi sembra innaturale. Posso capire quando c'è l'esigenza di conciliare il campionato con le coppe, ma sei su sei è esagerato. Giocare dopo i bianconeri crea ulteriori pressioni, che dire, se soffriamo la situazione significa che non siamo ancora una squadra di altissimo livello». Sulla reazione di Higuain: «E' attaccato a questa maglia, è a Napoli per fare bene. Si è sentito vittima di un'ingiustizia perchè è stato espulso per via di una seconda ammonizione inesistente». «La Juve ha una marcia impressionante - ha concluso - non credo possa avere una flessione da qui alla fine nel torneo. Adesso dobbiamo prendere questa partita di oggi e fare si che possa motivarci a giocare un finale di stagione all'altezza di quanto fatto vedere fino ad ora. Dobbiamo trasformare la nostra rabbia in determinazione». © Riproduzione riservata