De Laurentiis: «Lavori al San Paolo? Ho una paura. Col Frosinone la nuova maglia»




All'indomani della conclusione del silenzio stampa, coincidente con la vittoria contro l'Atalanta, il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, torna a parlare. Ai microfoni di Radio Goal, il patron svela i propri timori circa la tempistica per la ristrutturazione del San Paolo. IL SAN PAOLO - L'impianto di Fuorigrotta rischia di ospitare Napoli-Frosinone a porte chiuse a causa di alcune carenze strutturali. «Ho paura che i lavori non partiranno prima di ottobre - ha dichiarato a Radio Goal -. Se si volesse iniziare in estate, il via dovrebbe coincidere con il 16 maggio. Ieri ho effettuato un sopralluogo di tre ore allo stadio, ho chiesto di poter realizzare immediatamente alcuni interventi, non vorrei ospitare Rummenigge in un impianto decadente». BAGNOLI - De Laurentiis, che loda Renzi per «l'interesse mostrato verso il Sud», parla anche di Bagnoli dove sarebbe pronto a «realizzare il centro sportivo per le giovanili del Napoli». «Farei una struttura per 35 mila giovani calciatori - ha proseguito il presidente - con tutte le affiliazioni del caso. Il Sud è una pepita d'oro, Bagnoli è un'insieme di pepite d'oro. Gli imprenditori devono venire ad investire da queste parti». NUOVA MAGLIA - Come già avviene al Milan, il presidente del Napoli ha annunciato che «in occasione della partita contro il Frosinone sarà presentata la maglia che gli azzurri indosseranno nella prossima stagione». Chiosa sul mercato: «Se andremo in Champions faremo moltissimo, se non ci andremo faremo molto». © Riproduzione riservata