Giovedi 19 ottobre 2017 11:09

#AskPiotr, parla Zielinski: «A Napoli si vive bene, vorrei restare qui a lungo»
Oggi è toccato al centrocampista del Napoli, Piotr Zielinski, essere protagonista di una diretta Facebook sulla pagina ufficiale del club partenopeo.

03 maggio 2017



Dopo il successo dell'#AskInsigne, è il turno di Piotr Zielinski. Il centrocampista polacco è stato oggi protagonista di una diretta Facebook sulla pagina ufficiale del Napoli. Nel corso dell'#AskPiotr l'ex Empoli  ha parlato un po' di sé, del suo arrivo e della sua permanenza nel capoluogo campano.

«La gara più emozionante? Quella del mio primo goal al San Paolo»

Nemmeno il polacco è rimasto indifferente allo spettacolo offerto dal San Paolo durante Napoli-Real Madrid: «Ho provato delle emozioni forti. Anche molte ore prima dell'inizio della gara i tifosi erano già quasi tutti allo stadio. È bellissimo per noi giocatori». Ma la partita che più gli è rimasta nel cuore è un'altra: «La gara più emozionante che ho giocato con questa maglia è stata quella contro l'Inter all'andata. Ho segnato il mio primo goal in azzurro e ho fatto anche assist: vincemmo 3-0».

«Chi parla bene di Napoli ha ragione: è una città stupenda»

Anche Zielinski è rimasto colpito dal fascino di Napoli. Quali sono le cose gli piacciono di più del capoluogo campano?: «Sono tante. È una bellissima città di mare, ci sono tanti posti meravigliosi da visitare, il centro, ma anche le isole che sono qui vicino». Prima di sbarcare a Napoli il calciatore non aveva le idee chiare su quello che avrebbe trovato: «Prima di arrivare qui non sapevo molto, sentivo che era una bella città. Ora penso che tutti quelli che me ne parlavano bene avevano ragione: Napoli è stupenda, si vive bene e vorrei restare qui a lungo».

Il gruppo e il numero 20

A differenza di Lorenzinho, non c'è un motivo particolare dietro il numero - il 20 - della sua maglia. Perché Zielinski l'ha scelto? «Era l'unico che mi piaceva tra quelli rimasti, gli altri erano tutti occupati».  Il Napoli ha più volte dimostrato di essere un gruppo molto unito. Ma quali sono i compagni con cui il centrocampista ha legato di più? «Io ho un buon rapporto con tutti, in particolare con Arek (Milik) ci conosciamo da molti anni, e giochiamo insieme anche in nazionale».

© Riproduzione riservata