Mercoledi 25 aprile 2018 00:35

Biglietti Napoli-Real Madrid, la Procura apre un fascicolo
La Procura di Napoli indaga sulla rivendita dei tagliandi per la gara di Champions League. Per ora nessun nome nel registro degli indagati.

04 gennaio 2017



NAPOLI - L’attesissimo match tra Napoli e Real Madrid si avvicina. Ma il caos generato dalla rivendita online dei biglietti per la gara del 7 marzo non accenna a placarsi. Oggi, la Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un’inchiesta sulla vicenda. Dopo le lunghe attese dei tifosi e i problemi ai terminali, il secondary ticketing sta impazzando sul web, con i prezzi che sono schizzati alle stelle. È intervenuto anche il Codacons chiedendo il sequestro dei biglietti.

L'inchiesta della Procura

Su iniziativa degli inquirenti è stato aperto un fascicolo. L’indagine, al momento, è in fase embrionale ed ha solo uno scopo conoscitivo. Mancano ipotesi di reato già delineate e non risultano iscritti nel registro degli indagati. Ad occuparsi del caso i pm Danilo De Simone e Stefano Capuano, del pool specializzato in reati sportivi. La Procura sta indagando per accertarsi se, all’apertura delle vendite degli tagliandi, vi sia stato qualcuno che ne abbia fatto un acquisto considerevole per poi rivendere i biglietti (a prezzo maggiorato) sul web.

La posizione del Calcio Napoli

La società azzurra si è espressa a riguardo nella giornata di ieri. Il Calcio Napoli ha precisato che i biglietti sono nominativi e che il tagliando non può essere ceduto a terzi. Ogni rivendita, quindi, sarebbe una vera e propria truffa. Il club ha inoltre sollecitato i tifosi ad acquistare solo tramite canali ufficiali, invitandoli a diffidare dalle piattaforme non autorizzate.

© Riproduzione riservata