Higuain: «Aveva ragione Maradona, quanto è difficile far vincere il Napoli»




E' stata la sua giornata nera. Il goal, il 30esimo in Serie A, poi la delusione, la frustrazione e la rabbia. Gonzalo Higuain non dimenticherà facilmente il 3 aprile 2016. Giornata dura, difficilissima da archiviare per lui che sognava di strappare lo scudetto alla Juventus. Invece il Napoli ha perso contro l'Udinese, finendo a sei punti dalla capolista, e a lui sono saltati i nervi. L'obiettivo della sua sfuriata è stato l'arbitro Irrati che l'argentino ha identificato come l'autore di un'ingiustizia. Non ha digerito alcuni fuorigioco, come quello che ha portato alla prima ammonizione, e quel mancato giallo a Kuzmanovic, che sarebbe significato espulsione. Si è fatto giustizia da solo, prendendo lui la seconda ammonizione. E' uscito dal campo furibondo, dopo aver messo le mani al petto dell'arbitro. I compagni e lo staff sono riusciti a malapena a fermarlo. Se non fossero intervenuti, forse, sarebbe successo davvero il finimondo. Pare che dopo l'espulsione abbia lasciato lo stadio da solo. Riferisce Repubblica che avrebbe fatto perdere le sue tracce per qualche ora. Troppa rabbia in corpo per il pasionario Gonzalo, che sognava di scrivere il suo nome a caratteri d'oro nella storia del Napoli. Ora rischia tanto. Sarà proprio Irrati a decidere del suo destino. Dal referto dell'arbitro dipenderà la squalifica che il Giudice sportivo gli comminerà. Rischia più di due giornate, e sarebbe un tracollo per lui e il Napoli. Qualora ciò accadesse, si addenserebbero nella sua mente altri sospetti. Higuain è convinto che qualcuno, dall'alto, remi contro il Napoli. Lo ha confermato, quest'oggi, suo fratello Nicolas, che gli fa da agente. A Radio Kiss Kiss ha rivelato di aver sentito Gonzalo che gli ha detto «ieri abbiamo capito quanto sia stato difficile per Maradona vincere a Napoli. E' quasi impossibile tenere testa a certi avversari in Italia». © Riproduzione riservata