Giovedi 23 novembre 2017 00:45

Napoli, Allan entro 72 ore. Stallo Darmian, Vrsaljko in pole




Il Napoli è vicino alla conclusione della terza operazione di mercato. Dopo l'ufficializzazione di Valdifiori e Reina, si avvicina l'arrivo di Allan. Come noto, il club azzurro ha trovato l'accordo con l'Udinese sulla base di 11 milioni più i cartellini di Britos e Inler, entrambi in scadenza nel 2016. I due saranno girati al Watford, squadra di proprietà della famiglia Pozzo. L'annuncio della conclusione dell'affare potrebbe arrivare nelle prossime 72 ore, entro martedì. Fermo restando che non ci dovrebbero essere grossi problemi nel trovare l'accordo con il brasiliano, occorre convincere Inler e Britos ad accettare il trasferimento alla neopromossa in Premier League. La risoluzione della questione non dipende dal Napoli ma dalla controparte che dovrà usare argomenti convincenti, prima di tutto dal punto di vista economico, per portare a casa il "si" dei due azzurri. L'arrivo di Allan dovrebbe spegnere l'interesse del Napoli per Soriano. Il centrocampista della Sampdoria, valutato 10 milioni, non ha ancora dato una risposta a Giuntoli. Aspetta un'offerta del Milan, per ricongiungersi al suo mentore Mihajlovic. Il giocatore potrebbe arrivare in azzurro solo nel caso in cui il club rossonero decidesse di non prenderlo e il Napoli cedesse David Lopez, opzione non considerata al momento. Per le fasce, resta vivo l'interesse del Napoli per Vrsaljko e Darmian. La trattativa con il Torino per l'esterno della Nazionale è in fase di stallo. Cairo vuole 18-20 milioni e non c'è verso di scalfire al ribasso la sua richiesta. Jorginho potrebbe interessargli come contropartita tecnica, ma fermo restando un'offerta economica di base sui 13-14 milioni di euro. Resta in pole, quindi,  Sime Vrsaljko. Il croato del Sassuolo costa meno (12 milioni) e darebbe garanzie simili a Darmian. C'è da vedere, però, come i dirigenti emiliani prenderanno la decisione del Napoli di dare Zapata in prestito biennale all'Udinese con diritto di riscatto e recompra. A metà settimana c'era un certo ottimismo in casa neroverde circa l'arrivo del colombiano e il cambio di scenario potrebbe far irrigidire Angelozzi e Squinzi. Ma siamo pur sempre nel campo delle ipotesi. Per il ruolo di trequartista, resta vivo l'interesse per Perotti. Molto più difficile che arrivi Saponara, nonostante abbia la preferenza di Sarri. L'acquisto per quel ruolo, in ogni caso, non è prioritario e potrebbe arrivare successivamente alla cessione di Callejon. L'Atletico ha offerto 13 milioni per lo spagnolo, il Napoli ne vuole 18. Le parti sono destinate a venirsi incontro, tenendo conto della volontà del giocatore di tornare nella Liga. Oltre la trattativa per Callejon, sul fronte cessioni c'è da registrare l'addio di Gargano, trasferitosi in Messico al Monterrey. Per Ghoulam resta vivo l'interesse dell'Arsenal ma, nelle ultime ore, anche il Siviglia ha chiesto informazioni. Il Napoli lo valuta 15 milioni di euro. Dovesse cederlo a quel prezzo, potrebbe tentare il doppio colpo Vrsaljko-Darmian. La Fiorentina continua a monitorare Sepe, in cima alla lista dei possibili eredi di Neto. Il Napoli non vuole cederlo a titolo definitivo. L'operazione potrebbe realizzarsi con la formula del prestito con diritto di riscatto e recompra, che diventerà usuale in Italia dopo l'addio alle comproprietà. Le parti, in ogni caso, dovrebbero trovare un accordo non facile sulle cifre e la trattativa - fermo restando l'intenzione delle due parti di venirsi incontro - richiederà un particolare impegno. Discorso simile per Gabriel, che potrebbe arrivare dal Milan qualora il Napoli desse via Sepe. © Riproduzione riservata