Mercoledi 17 ottobre 2018 23:25

Napoli, Hamsik, Mertens e Pavoletti in visita al carcere di Nisida
I tre giocatori del Napoli e il ministro Orlando hanno incontrato i giovani detenuti di Nisida. Due ore tra impegno sociale ed entusiasmo.

05 gennaio 2017

NAPOLI -  Mattinata speciale per Hamsik, Mertens e Pavoletti. I tre giocatori del Napoli hanno fatto visita al carcere minorile di Nisida. Presente anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Gli azzurri sono stati accolti con entusiasmo. Nelle due ore trascorse in carcere hanno incontrato i detenuti, visitato la struttura e i laboratori dove i giovani di Nisida si occupano di pasticceria, artigianato e cucina. I calciatori hanno partecipato alle attività formative e di reintegro sociale: gli azzurri hanno infornato (e assaggiato) le pizze preparate dai ragazzi. Hamsik ha anche provato a realizzare una margherita.


I ragazzi di Nisida salutano Pavoletti con "Un giorno all'improvviso" (Videoinformazioni)

Tra cori e domande

In teatro, la sala ha intonato più di un coro per gli azzurri, che hanno risposto alle domande dei giovani detenuti. A Marekiaro è stata chiesta una grande prestazione contro il Real Madrid. A Pavoletti, la maglia numero 9 già dalla prossima stagione. Domande anche per Mertens sul rinnovo contrattuale: sorrisi da parte del belga, che ha lasciato intendere che la situazione non si è ancora sbloccata. Il Napoli ha donato dei palloni al carcere per le partite dei ragazzi nel campetto di Nisida. Al termine dell'incontro, gli azzurri sono stati salutati dal coro "Un giorno all'improvviso".

© Riproduzione riservata