Giovedi 21 settembre 2017 10:44

Napoli, Strinic: «Vogliamo battere la Samp. Real? Sarà decisiva l’andata»
Il croato: «Il Real è tra le più forti al mondo, ma ci vuole tempo per la gara di Champions. Ora pensiamo solo al campionato».

05 gennaio 2017



Con la Coppa d’Africa che terrà Ghoulam lontano da Napoli, sarà Ivan Strinic a presidiare la fascia sinistra. Il croato ha parlato oggi ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: «In questa settimana abbiamo lavorato bene, ci stiamo preparando per la partita che ci aspetta sabato contro la Sampdoria. La Samp è una buona squadra, con ottimi giocatori, soprattutto in attacco. Faremo di tutto per vincere la partita».

Su Pavoletti, Rog e l'allenatore

Il croato ha speso qualche parola su alcuni compagni di squadra: «Pavoletti è già uno di noi, è un bravo ragazzo. Speriamo che possa fare il meglio. Rog ha grandi qualità. E' ancora giovane ed ha un grande talento. Spero che quest'anno giochi di più». Tra le risate, Strinic ha menzionato anche Sarri: «Ci urla sempre “linea alta, linea alta!” e vuole un gioco veloce con pochi tocchi. E' molto bravo».

«Con il Real abbiamo qualche possibilità»

Il terzino ha parlato anche di alcuni sui connazionali, militanti nel Real Madrid, e della tanto attesa sfida contro i Blancos: «Modric e Kovacic sono due grandi calciatori, soprattutto Modric è una bravissima persona. Il Real è una delle squadre più forti del mondo, ma ci vuole tanto tempo per giocare questa partita. Sarri ha ragione, pensiamo solo alla prossima gara. Con il Real sarà una partita bellissima, ma non è vero che non ci sono chances. Ci giocheremo le nostre carte, soprattutto è importante fare bene nella gara d'andata a Madrid».

Testa al campionato

Per il Napoli al momento c'è solo la Serie A: «Ora però pensiamo solo al campionato -prosegue Strinic -. Ci vuole ancora tempo per la gara di Champions e la nostra concentrazione è tutta per sabato. Vogliamo cominciare bene l'anno e proseguire sulla strada del 2016 per regalare la prima gioia ai nostri tifosi al San Paolo».

© Riproduzione riservata