Martedi 19 settembre 2017 18:55

Higuain punisce il Napoli, la Juve vola in finale di Coppa Italia
Higuain punisce il Napoli con due reti e manda la Juventus in finale di Coppa Italia, non basta l'orgoglio della squadra azzurra

05 aprile 2017



NAPOLI - Higuain spezza i sogni di gloria del Napoli. Una doppietta dell'argentino vanifica le tre reti della squadra azzurra. Napoli-Juventus finisce 3-1, un risultato che non basta ai partenopei per ribaltare il 3-1 dell'andata. La squadra di Sarri ce la mette tutta ma paga - ancora una volta - le disattenzioni difensive. Il Pipita è bravo a segnare due reti ma, in occasione dei goal, la retroguardia non sembra ineccepibile. In particolare Chiriches appare all'altezza della situazione.

Gelo Pipita

Sarri e Allegri fanno turnover rispetto alla partita di domenica. Nel Napoli ci sono Zielinski e Milik, nella Juve Dybala e Cuadrado. Il tecnico azzurro recupera Reina che torna tra i pali dopo l'infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori nella sfida di campionato. Il Napoli entra in campo con il compito di recuperare due reti ma Higuain gela il San Paolo alla prima palla utile. Il grande ex infila Reina con un tiro dalla distanza, lento ma angolato. La difesa partenopea, ancora una volta, non si dimostra ineccepibile. Eppure gli azzurri avevano iniziato bene. Avrebbero potuto andare in vantaggio al 12' con Callejon che spara su Neto un assist di Insigne, smarcato da un tacco di Milik. Invece la squadra di Sarri si ritrova sotto. E accusa lo svantaggio. Con il goal di Higuain si esaurisce la carica emotiva che aveva portato gli azzurri a qualche scaramuccia con gli avversari.

Un sogno impossibile

Il secondo tempo è una girandola di emozioni. Il Napoli ci crede. Il pareggio arriva al 53' con Hamsik che, dall'interno dell'area, infila Neto. Il goal è meritatissimo dopo che Milik, in due occasioni, era andato vicino alla rete. Sembra l'inizio di una rimonta possibile ma è ancora Higuain a segnare. L'argentino si avventa su un pallone a rimorchio di Cuadrado, anticipando Chiriches. Il suo tiro si infila sotto la traversa. Proprio quando il discorso pare chiuso, gli azzurri trovano un moto di orgoglio. Mertens entra in campo e ci mette undici secondi per pareggiare, approfittando di una topica di Neto che si fa portare via il pallone. Il San Paolo si carica e, al 67', arriva anche il 3-2. Lo segna Insigne, infilando sottomisura il portiere avversario. Il Napoli ce la mette tutta, attacca per la parte restante della partita. Ma non riesce più a segnare. Restano le recriminazioni per Sturaro che dovrebbe essere espulso per doppia ammonizione. Ma Banti lo grazia in più di un'occasione. La Juventus va in finale per il terzo anno consecutivo.

 

© Riproduzione riservata