Lunedi 25 settembre 2017 02:54

Squalifica Higuain, nella querelle Tosel interviene… il figlio: «Sono fiero di te, papà!»




Continua a tenere banco la squalifica di quattro giornate inflitta a Higuain. Ombre si sono addensate sul giudice sportivo, Gianpaolo Tosel, accusato di aver tradito l'obbligo di riservatezza e il divieto di confidenze alla stampa per procedimenti ancora in corso, previsto dalle norme federali. Lo statuto Figc prevede, in caso di contravvenzione a tali regole, la rimozione dall'incarico. In difesa di Tosel, però, è intervenuto il figlio Filippo che ha affidato a facebook il suo commento. «Avete provato a metterlo in fallo... - ha scritto - a cercare di ledere la sua professionalità... Di far credere che sia un fazioso! Nulla di tutto questo... Mi dispiace... Non ci siete riusciti!!! Ha dedicato la sua vita al lavoro, alla giustizia e all'equità quando decideva della vita delle persone... Figurati adesso quando si parla di una domenica di vacanza o qualche euro di multa! Onorato del cognome che porto più che mai! Sono fiero di te papà!». Tosel junior (che come immagine di copertina ha la scritta "profilo dejuventinizzato") ha dedicato, in seguito, alcuni stati ai tifosi del Napoli. «Volevo comunicare a tutte le persone , tifose del Napoli - ha scritto con tono ironico -, che mi stanno scrivendo messaggi in privato da ieri preoccupate della presente e futura salute mia e della mia famiglia...che per il momento è ottima, come del resto quella di mio padre e mia madre! Grazie di cuore, non vi dimenticherò!». Poi aggiunge: «Sapere che le persone apprezzano come sono .... I miei pensieri... Il mio modo di essere con gli altri ... È davvero bello! Solo oggi... Infatti... Ho ben 60 richieste di amicizia... Da Napoli!!!!». © Riproduzione riservata