Venerdi 17 agosto 2018 09:33

De Laurentiis: «I giornali del nord odiano il Napoli, volevano mettermi contro Sarri»

07 marzo 2017

«Non sono deluso dalla sconfitta. La squadra ha giocato un primo tempo esemplare, dando il massimo nella ripresa». Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è soddisfatto nonostante il passivo di 3-1. «Il Real Madrid è il Real Madrid - ha dichiarato ai microfoni di Mediaset Premium -, sono i campioni del mondo, per noi è stato un onore sfidarli. Stasera ho visto uno stadio stupendo, che ha riempito gli occhi dei nostri ospiti». Non è mancata una stilettata sulle condizioni dell'impianto. «La grande notte di Champions ha fatto apparire bello anche il San Paolo che soffre a causa di anni di vetustà. La cazzimma? Stasera non è mancata. Ho usato questo termine dialettale, ma credo sia una parola che possa avere anche un significato nazionale».

Il presidente ha smorzato i termini circa le incomprensioni con Sarri, lanciandosi poi in una filippica contro i giornali del nord. «Non c'è mai stato un caso con Sarri. Quando Veltroni mi ha intervistato, ho dipinto l'allenatore come un esteta del calcio. Non ho mai parlato male di lui a Madrid, ce l'avevo con la squadra. Infatti salvai solo Insigne. Sono stati i giornalisti del nord a creare confusione. Lo fanno - afferma De Laurentiis - perché mi odiano e odiano anche il Napoli. Cercano di creare scompiglio a casa altrui. La Gazzetta è sempre stata contro di noi. Mimmo Malfitano è stato aggredito e mi dispiace, ma è sempre stato un tifoso della Juventus. Sono al servizio del nord». Parole dure anche sui cori: «In Italia c'è chi canta contro i napoletani e dice lavali col fuoco. Questa è una cosa che mi dà estremamente fastidio. Io non mi sono mai permesso di andare a casa di nessuno e augurargli sciagure. Inizialmente questa cosa mi faceva ridere, ora ha stufato»

© Riproduzione riservata