Martedi 21 novembre 2017 05:25

Schwoch: «A Napoli ero felicissimo, non aver giocato in Serie A con gli azzurri è il mio più grande cruccio»




E' stato il protagonista indiscusso della promozione in serie A nella stagione 1999/2000, sotto la guida di Walter Novellino: con i suoi 22 gol in campionato Stefan Schwoch entrò nella storia del Napoli, riuscendo a eguagliare il record di realizzazioni di Antonio Vojak, poi battuto in tempi più recenti da Cavani e Higuain. Il sogno di giocare la massima serie con la maglia azzurra addosso gli fu però negato: al termine della stagione l'attaccante di Bolzano innamorato di Napoli venne infatti ceduto al Torino, tra lo stupore e le proteste dei tifosi che avevano sognato con i suoi gol, i suoi colpi di genio (chi non ricorda il tunnel di tacco a Siviglia dell'Atalanta e successivo assist vincente per Stellone, o il gol promozione a Pistoia?), e le sue cavalcate che sbriciolavano letteralmente le difese avversarie.

Il grande rimpianto

«A Napoli ero felicissimo, purtroppo non mi è stata data l’opportunità di vestire la maglia azzurra in Serie A e questo è un cruccio che mi porterò per sempre - ha dichiarato l'ex attaccante e attuale dirigente sportivo del Vicenza nel corso di un'intervista concessa ai microfoni di Radio Kiss Kiss - Sono felice del fatto che comunque i napoletani abbiano un bellissimo ricordo di me e continuino a trattarmi con grande affetto».

© Riproduzione riservata