Domenica 19 novembre 2017 00:21

Infortunio Milik, al Napoli restano gli svincolati: da Klose a Macheda, la lista è lunga
Il Napoli è chiamato a trovare una soluzione per l'attacco dopo l'infortunio che terrà Milik lontano dai campi per almeno 4-5 mesi. Sul mercato, in attesa di gennaio, non restano che gli svincolati.




L'infortunio ad Arkadiusz Milik pone una problematica al Napoli: come sostituire l'attaccante? In casa azzurra l'unico calciatore che può essere schierato nel ruolo di prima punta è Gabbiadini. Sarà proprio lui, a meno di sorprese, a prendere il posto al centro del tridente fin dalla sfida di sabato prossimo contro la Roma.

Esistono poi delle opzioni di ripiego, come l'impiego di Mertens o Callejon nel ruolo di falso nueve. Difficile che si proceda ad una promozione dalla Primavera di Antonio Negro. Il giovane bomber, oltre le 20 reti nell'ultima stagione, proseguirà il processo di crescita nella squadra di Saurini. Restano dunque gli svincolati. Bomber attempati e attaccanti rimasti senza contratto, che potrebbero sedersi in panchina per dare il cambio a Gabbiadini.

Il nome ricorrente nelle ultime ore è Miroslav Klose. L'attaccante tedesco non ha bisogno di presentazioni. La carta d'identità dice però 38 anni che, sommati alla lunga inattività, rendono l'ex attaccante della Lazio una soluzione affidabile dal punto di vista dell'esperienza ma con tante incognite dal punto di vista fisico. Discorsi simili per Emmanuel Adebayor, Dimitar Berbatov e Kevin Kuranyi. Reduci da stagioni poco esaltanti, con il problema del fisico pesante da portare in condizione, stimolano principalmente per i gloriosi trascorsi.

Tra gli outisider figura l'italiano Macheda. Quest'ultimo sembrava destinato ad una carriera da predestinato dopo l'esordio con goal nel Manchester United. Ora, a 27 anni, è rimasto disoccupato dopo le ultime stagioni giocate senza infamia e senza lode nella Championship, la Serie B inglese, con Cardiff City e Nottingham Forest. Completano la lista Chamakh, Marica, Manoel e Dagoberto. Quest'ultimo non ha mai giocato in Europa. E' sempre rimasto in Brasile, ma ha il passaporto italiano.

© Riproduzione riservata