Juventus-Napoli, Fabio Cannavaro non ha dubbi: «Nessun cuore diviso, tiferò per gli azzurri»




«La Juventus è l'avversario, il nemico, la squadra da battere a prescindere, pure se in palio non c'è lo scudetto. Ne so qualcosa anch'io: quando al San Paolo tornai da bianconero, le curve non mi diedero tregua perchè per loro quel giorno ero un nemico, come tutti gli juventini». A parlare, in un'intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino, il doppio ex del big match di sabato, Fabio Cannavaro: 68 presenze e un gol in maglia azzurra, 28 e 7 reti con la Vecchia Signora. Campione del mondo e Pallone d'oro nel 2006, lo scugnizzo della Loggetta seguirà con grande attenzione la sfida scudetto.  Sulla squadra per cui fare il tifo, non ha dubbi: «Cuore diviso a metà? Ma neanche un pò, sono napoletano e tiferò Napoli. Ho giocato nella Juventus e giocando lì ho capito perchè hanno vinto così tanto, ma questo non cambia le cose. La partita con i bianconeri è un evento speciale per i napoletani, quando ero in maglia azzurra per tutta la settimana che precedeva l'incontro tutti a dirci mi raccomando. Negli ultimi anni le finali di Coppa Italia e Supercoppa Italiana hanno acuito ancor di più questa grande rivalità». © Riproduzione riservata