Venerdi 18 agosto 2017 07:01

Napoli-Genoa 2-0, Sarri: «La squadra ha mostrato maturità. Real? Serviranno timore e sfrontatezza»
Sarri: «Sappiamo che ci aspettano dei campioni. I giocatori sono vogliosi di andare a vedere a che punto sono contro certe squadre».

10 febbraio 2017



Finisce 2-0 la sfida tra Napoli e Genoa al San Paolo. Al termine del match il tecnico azzurro, Maurizio Sarri, ha parlato ai microfoni di PremiumSport: «Il Genoa è partito fortissimo, ci stava mettendo in difficoltà. Ma era prevedibile che questa pressione sarebbe calata e infatti abbiamo fatto un secondo tempo da squadra matura. Abbiamo creato molto, abbiamo giocato un bel calcio senza concedere niente. E' segno di un passo avanti». Ha commentato così Sarri la prestazione della sua squadra, apparsa un po' sottotono nei primi 30 minuti di gioco.

Verso Real Madrid-Napoli

E' ormai imminente la sfida contro i blancos. Secondo il tecnico azzurro, la squadra è in gran forma ma deve restare con i piedi per terra: «Giocarsela alla pari è dura da dire e da prevedere. Siamo dentro due competizioni ad eliminazione diretta e abbiamo pescato i campioni d'Italia e i campioni del mondo. La squadra sta bene ma c'è da vedere questo mercoledì se siamo in condizione, non dico di passare il turno, ma di poter giocare queste gare». Sarri, però, non si lascia prendere dall'ansia: «Non ho ancora iniziato a vedere il Real, comincerò domani. Ma c'è poco da studiare: è una squadra di grandissimi campioni. C'è da sperare di stare benissimo e avere la convinzione di poterci giocare».

Lo spirito giusto

Il tecnico del Napoli è soddisfatto della prestazione dei suoi uomini e sa di cosa hanno bisogno contro il Real: «E' stata una partita che ha dimostrato che la squadra era concentrata, altrimenti non ne saremmo venuti fuori così bene. Penso che i giocatori siano vogliosi di andare a vedere a che punto sono contro certe squadre. Non abbiamo la presunzione di essere alla pari o superiori. Dobbiamo giocare con un pizzico di timore, che ci da attenzione e applicazione, e con un pizzico di sfrontatezza in certi momenti della partita».

Su Giaccherini, la squadra e le voci di un futuro alla Juve

Sarri ha speso qualche parola sulla prestazione di Giaccherini, partito titolare: «Ha dimostrato grande professionalità, non ha mollato mai. Nell’ultimo mese ha raggiunto un'ottima condizione. E' arrivato in ritiro in ritardo, stanco a causa degli europei e rallentato da un infortunio. Ha faticato a trovare la condizione ideale. Nelle ultime gare che ha giocato ha fatto bene, segnando anche due reti. Per noi è importante averlo ritrovato a questi livelli perché sicuramente ci dà qualcosa in più, come stasera». Anche la squadra ha dimostrato di essere in una brillante condizione. Secondo il tecnico del Napoli è frutto delle abilità di alcuni giocatori:«Quest’anno abbiamo più accelerazione, anche grazie alle caratteristiche di qualche nuovo arrivato. Forse la squadra di questa stagione ha una cilindrata in più di quella dell'anno scorso». Alla voci di chi ha parlato di un suo futuro alla Juve, Sarri risponde così: «Farei fare tre anni di lavori socialmente utili a chi fa il Fantacalcio. Io di Napoli sono innamorato, sto benissimo qui, però so anche bene che nel calcio certezze non ci sono da parte di nessuna società o presidente. Dipendiamo solo dai risultati».

© Riproduzione riservata