Lunedi 18 dicembre 2017 14:00

Napoli insufficiente. Pareggio a Parma, Champions lontana




PARMA - Solo un pareggio per il Napoli sul campo del Parma. Al Tardini finisce 2-2, prestazione nel complesso insufficiente dei partenopei che giocano bene solo nell'ultima mezz'ora. Soliti problemi palesati dalla squadra di Benitez, in cronica difficoltà contro le piccole. Il Parma entra in campo con l'orgoglio di chi non prende lo stipendio da mesi ma vuole onorare ugualmente il campionato. Il Napoli, invece, inizia con un atteggiamento molle, involuto rispetto alle ultime partite. I ducali attaccano, sono aggressivi e pressano alto. Passano solo nove minuti e la squadra di Donadoni trova il vantaggio. Andujar esce a vuoto su un calcio d'angolo, il rimpallo favorisce Palladino che insacca sottomisura. E' una doccia fredda per gli azzurri. Agli uomini di Benitez sembra mancare coordinazione, il pressing è slegato e gli avversari hanno buon gioco. Il Parma è in vantaggio numerico a centrocampo e fa valere la superiorità, raddoppiando a tutto campo i portatori di palla azzurri. Il Napoli riesce comunque a pareggiare, in maniere abbastanza casuale. Un rimpallo favorisce Hamsik che rifinisce l'assist vincente per Gabbiadini, dimenticato a destra dai difensori parmensi. L'ex doriano batte Mirante in diagonale e sigla l'1-1. Ma il pari dura esattamente quattro minuti. Al 32' Jorquera si fa toccare una punizione dalla distanza e scaglia un tiraccio che finisce in fondo al sacco. La palla gira grazie all'effetto ma è centrale, Andujar sbaglia la posizione e la fa passare. 2-1, tutto da rifare per il Napoli. Che non impensierisce i ducali nei restanti minuti, anzi. E' il Parma che può recriminare per una conclusione alta di Palladino dall'interno dell'area al 42'. Il Parma continua a giocare discretamente anche nella ripresa. Il Napoli, però, sembra aver ritrovato un po' di verve rispetto al primo tempo. Al 49' Hamsik impegna Mirante di testa sugli sviluppi di un un calcio d'angolo. Tre minuti dopo entra Callejon al posto di Duvan con Gabbiadini centrale. Il nuovo entrato va subito vicino al goal, ma Mirante è bravo a controllare il suo tocco a pochi metri dalla porta. Benitez gioca anche la carta Higuain al 57', richiamando in panchina Gargano. Hamsik arretra a centrocampo, a far coppia con Inler. Il Napoli alza il ritmo, Higuain ci mette cinque minuti per mettere paura a Mirante con un tiro a volo che il portiere respinge corto, la seconda palla è ancora di Higuain ma la sfera si spegne tra i guantoni del numero uno ducale. Al 68' Mirante si supera con una bellissima parata, con la mano tocca in angolo una bordata di Gabbiadini destinata nell'angolo. Un minuto dopo ci prova Albiol, di testa, ma la sua palla sfila sul fondo. Il Parma è in sofferenza, il pareggio è cosa fatta al 72'. Buco nella linea a quattro parmense, si infila Mertens che, invitato da Strinic, insacca in diagonale. Il 2-2 è ancora poco per il Napoli che continua nel forcing. I ducali si difendono in modo ordinato e concedono relativamente poco. L'occasione capita a Hamsik a dieci minuti dalla fine, ancora dal lato sinistro, lo stesso del pareggio di Mertens, ma Mirante respinge. Il Napoli non ce la fa, finisce 2-2. La zona Champions resta lontana, a 270 minuti dalla fine del campionato. © Riproduzione riservata