Domenica 20 agosto 2017 00:21

Rinnovo Sarri: il tecnico toscano chiede garanzie, ma De Laurentiis non cede sulle clausole




«De Laurentiis mi ha chiamato un mese fa per discutere del contratto, ma l'intenzione di entrambi è quella  di aspettare la fine del campionato, perché la discussione potrebbe durare anche dieci giorni». La questione del rinnovo di Sarri tiene banco in casa Napoli già da diverse settimane, ma, come confermato da lui stesso, non se ne discuterà prima della gara con il Frosinone, dove gli azzurri sono obbligati a vincere per avere la matematica certezza del secondo posto che significherebbe Champions diretta. La volontà del tecnico e del patron azzurro è chiara, c'è l'intenzione di proseguire il rapporto, ma ci sono alcuni dettagli da limare, uno in particolare. La questione principale da risolvere è quella delle clausole unilaterali a favore del club, da esercitare il 30 giugno di ogni anno fino al 2020. In sostanza, Sarri ha firmato un contratto programmatico, con cinque opzioni a favore di De Laurentiis che potrà decidere, unilateralmente entro il  30 aprile di ogni stagione,, di prolungare di anno in anno fino al 2020. E De Laurentiis sembra voler proseguire ancora su questa strada, forte di un contratto firmato appena dieci mesi fa. Magari, pensando a un ritocco dell'ingaggio, oggettivamente meritato da un allenatore che nel corso degli ultimi mesi è riuscito a raddoppiare quando non a triplicare il valore di diversi elementi della rosa azzurra. Sarri vorrebbe invece maggiori garanzie, e chiederà alla società, oltre a un adeguamento dello stipendio (attualmente, con 700.000 euro annui, il tecnico toscano è al dodicesimo posto nella classifica degli allenatori più pagati della serie A), un contratto vero e proprio, la cui prosecuzione non sia necessariamente legata ai risultati della squadra. La matassa da sbrogliare non è delle più semplici, ma la sensazione è che alla fine club e allenatore riusciranno a trovare l'accordo. Vista l'ottima annata - che, salvo scivoloni clamorosi e imprevisti, si concluderà con un importantissimo secondo posto - De Laurentiis è già pronto ad esercitare l'opzione per il 2016/2017. Per il resto, le parti si aggiorneranno a dopo il match con il Frosinone. © Riproduzione riservata