Martedi 26 settembre 2017 11:16

Terra dei fuochi, stop fondi per il calcio. Saltano 3,5 milioni al Napoli?




NAPOLI - Saltano 3,5 milioni di euro per il Napoli? Riferisce la Repubblica che la Regione Campania ha sospeso il progetto di rilancio della "Terra dei Fuochi" tramite una serie di spot interpretati dai campioni dello sport. «La procedura si è fermata ben prima che iniziasse la campagna elettorale», ha precisato precisa Giuseppe Zollo, presidente di Sviluppo Campania, la società di Palazzo Santa Lucia che gestisce quei finanziamenti. La questione ora passa nelle mani della nuova la nuova giunta guidata da Vincenzo De Luca. Spetterà al nuovo inquilino di Palazzo Santa Lucia decidere in merito alla serie di "spot, pubblicità e iniziative pubbliche" pensate per risollevare le sorti della "Terra dei Fuochi". Lo scorso dicembre l’amministrazione Caldoro destinò 4,5 milioni di fondi europei a campagne di sensibilizzazione per sconfiggere la reputazione negativa nata sulla Terra dei Fuochi. Tali fondi furono destinati alle società sportive con ben 3,5 milioni puntati verso le casse del Calcio Napoli. Il piano fece scattare anche un’inchiesta della Procura per una presunta distrazione di fondi pubblici. Il 7 gennaio era il termine ultimo dato ai club per presentare le offerte. Il Napoli propose  "5 calciatori e l’allenatore concessi per 4 ore per posare/girare negli spot" più "6 tesserati del Napoli, 2 per volta, concessi per un’ora in trasmissioni televisive a scelta". Ricevuta l’offerta, la società regionale non rispose. Gli ultimi atti risalgono al mese di febbraio. Zollo riferisce che la procedura è attualmente sospesa perché vanno messi a punto i criteri per valutare i progetti presentati dai club. © Riproduzione riservata