Sabato 23 settembre 2017 07:29

La Procura federale apre un fascicolo sulle accuse di De Laurentiis alla Lega




ROMA - Sistemi di voto sbagliati, diritti televisivi venduti male, eventi organizzati peggio, Beretta incapace manovrato da Lotito. Queste le principali accuse mosse da De Laurentiis nell'intervista di ieri a Radio Kiss Kiss ad una Lega che definisce «inutile». Parole dure, durissime, che hanno subito azionato la Procura della Federcalcio. Riferisce l'Ansa che il procuratore della Figc, Stefano Palazzi, ha aperto un fascicolo sul caso. Nel frattempo, secondo quanto riferisce il Corriere dello Sport, c'è grande sorpresa in Lega per le dichiarazioni di De Laurentiis, un tackle scivolato arrivato all'indomani della Supercoppa in Cina, organizzata in modo abbastanza superficiale. Da via Rosellini qualcuno ha deciso comunque di replicare alle dichiarazioni del presidente del Napoli, difendendo la Lega dalle accuse di incapacità nell'organizzare gli eventi e vendere i diritti televisivi. «I diritti tv esteri della Tim Cup e della finale di Supercoppa - hanno fatto sapere dalla Lega -, sono stati venduti ad un valore cinque volte superiore rispetto al passato. Il sistema di voto è quello da sempre previsto dallo statuto, ogni testa vale un voto, come avviene in federazione, nella Giunta del Coni, all'Uefa e alla Fifa. La Supercoppa? Allo stadio di Shangai si erano giocate importanti amichevoli internazionali». Lotito, invece, non ha voluto commentare. © Riproduzione riservata