Martedi 21 agosto 2018 00:10

Cagliari-Napoli 0-5. Manita azzurra, Mertens fa tripletta
Il Napoli coglie la terza vittoria consecutiva, annichilendo il Cagliari con un roboante 5-0. Gli azzurri dilagano nella ripresa, hattrick di Mertens.

11 dicembre 2016

CAGLIARI - Terza vittoria in nove giorni per il Napoli. Dopo i successi contro Inter e Benfica, gli azzurri passano anche a Cagliari. Hamsik e compagni si impongono al Sant'Elia, con un netto 5-0, dilagando nella ripresa. I sardi, apparsi sottotono, hanno accusato la mancanza di qualità e passo a centrocampo. I giro-palla ossessivo del Napoli ha fatto il resto, frustrando e disunendo la squadra di Rastelli. I tre punti permettono alla formazione di Sarri di accorciare le distanze dalla zona Champions, in attesa delle partite del pomeriggio.

Napoli,show a Cagliari (Getty)

Uno-due

Sarri cambia cinque elementi rispetto all'undici di Lisbona. Al centro dell'attacco c'è Mertens, con Gabbiadini in panchina. Rastelli deve fare i conti con l'assenza di Di Gennaro. Lo sostituisce Tachsidis, non proprio la stessa cosa. Il Napoli parte forte, il Cagliari si chiude. La mancanza di un giocatore rapido in mezzo al campo si fa sentire nell'undici sardo, che non riesce quasi mai a ripartire. Gli azzurri producono la solita mole imponente di gioco e vanno vicini al goal al 18' quando Hamsik, a porta sguarnita, centra Pisacane. Il Cagliari non ha le contromisure giuste per correre ai ripari e il vantaggio partenopeo arriva ugualmente, al 34'. Mertens si gira in area e insacca di destro sul palo lungo. Rastelli si arrabbia, chiede ai suoi di salire, ma la musica non cambia. Sarri, al 40', deve rinunciare a Koulibaly, che si fa male in un contrasto. Al suo posto entra Albiol. È l'unico dispiacere del primo tempo azzurro. Allo scadere arriva anche lo 0-2. Il Cagliari lo prende a difesa schierata. Insigne colpisce la traversa di testa su cross di Callejon, sulla ribattuta Hamsik è lesto a metterla dentro.

Mertens show

I guai per il Cagliari proseguono anche nel secondo tempo. Al 50' Callejon fallisce da un metro. Il terzo goal arriva dopo un minuto con Zielinski che, con una fiondata dal limite, firma la seconda marcatura consecutiva in campionato. Rastelli, sul 3-0, commette l'errore di crederci ancora. Tira fuori Tachsidis, abbassa Padoin, e mette Farias. Sfoltire il centrocampo è la peggiore scelta possibile contro un Napoli del genere. Mertens ringrazia, e dilaga. Al 69' arriva lo 0-4, con il belga che finalizza sottomisura un assist di Insigne. Poi, quattro minuti dopo, sfugge alla difesa e firma la tripletta. Il Cagliari, a quel punto, non c'è più. La partita si chiude senza ulteriori squilli.

© Riproduzione riservata