Giovedi 24 agosto 2017 12:28

Napoli-Udinese, ancora prezzi popolari: furiosi gli abbonati
I prezzi bassi riempiono il San Paolo, ma gli abbonati non ci stanno: sottoscrivere l'abbonamento costa più della somma dei singoli tagliandi.

12 aprile 2017



Continua la politica dei prezzi popolari al San Paolo. Lo stadio è pieno, ma gli abbonati sono insoddisfatti. È dall'inizio della stagione che la polemica sul costo dei tagliandi non accenna a placarsi. Ad apertura di campionato il presidente De Laurentiis è stato molto criticato per aver fissato dei prezzi troppo alti. Ma dalla prima giornata del girone di ritorno si è registrata una totale inversione di tendenza. Se all'andata prezzi bassi si sono avuti solo con Sassuolo e Sampdoria, nella seconda metà del campionato, solo con la Juventus il prezzo dei biglietti è stato relativamente alto. Anche per la gara con l'Udinese, che sfiderà il Napoli il prossimo sabato, sono stati applicati prezzi popolari. In effetti 14mila sono i tagliandi già venduti e si conta che il San Paolo raggiungerà almeno 30mila spettatori. Questo tariffario non rende però felici i 6mila abbonati che si ritrovano, a sole due partite in casa dalla fine del campionato, ad aver speso di più sottoscrivendo l'abbonamento che sommando le cifre dei singoli biglietti.

L'analisi dei dati

I dati parlano chiaro. Mediamente, finora, comprare un tagliando a partita è stato più conveniente che sottoscrivere l'abbonamento. Il discorso è valido per ogni settore: i più svantaggiati sono stati i tifosi della Tribuna Posillipo e dei Distinti. Danno quasi nullo per chi ha acquistato l'abbonamento in Curva. Molti sono gli abbonati che hanno dichiarato di non voler rinnovare per la prossima stagione.

© Riproduzione riservata