Inler e De Guzman vicini all’addio al Napoli, il Psg ha puntato Ghoulam




Non solo acquisti. Si anima il mercato in uscita del Napoli con il ds Giuntoli al lavoro per piazzare gli esuberi e monetizzare qualche milione da investire negli ultimi ritocchi alla rosa. I due calciatori più vicini a lasciare il club sono De Guzman e Inler. L'olandese è sempre vicino all'Olympique Marsiglia che ha messo sul piatto un'offerta da 5 milioni, dopo che il Napoli aveva rifiutato la proposta di un prestito oneroso da 1,5 milioni con diritto di riscatto a 4,5. L'ex centrocampista dello Swansea, assente nell'ultima amichevole contro il Porto, ha già fatto sapere ad alcuni amici che lascerà la squadra azzurra. Per lui si è mosso anche il Villarreal ma, al momento, il Marsiglia è in netto vantaggio. Anche Inler aspetta di conoscere il nome della sua nuova squadra. Il Leicester City, già in parola con il Napoli sulla base di un'offerta da 6 milioni, aspetta una risposta dal calciatore svizzero che preferirebbe però lo Schalke 04. I dirigenti del club tedesco hanno ammesso l'interesse per il giocatore ma aspettano di concludere alcune operazioni in uscita prima di dare l'affondo decisivo. C'è anche un terzo club sulle tracce del capitano della nazionale elvetica: è il Besiktas che non demorde e spera di riuscire a strapparlo alla concorrenza. Restano da valutare le posizioni di Ghoulam e Henrique. L'esterno algerino è nel mirino del Paris Saint Germain, che aspetta di cedere Digne per sferrare l'assalto decisivo. Il Napoli però non lo cede per meno di 15 milioni. De Laurentiis non è disposto a fare sconti, e non potrebbe essere altrimenti visti i prezzi di questa sessione di calciomercato. Henrique piace al Villarreal, ma non è escluso che il difensore brasiliano, alla fine, resti in azzurro anche per la prossima stagione. Capitolo Vargas. Dopo le dimissioni di Bielsa, suo principale sponsor all'Olympique Marsiglia, l offerte scarseggiano. I giocatore si allena in Cile ed è stato appena lasciato dalla compagna. I rapporti con il Napoli sono quantomai freddi dopo i rifiuti alle faraoniche offerte dal Qatar che avrebbero fruttato una decina di milioni al Napoli. © Riproduzione riservata