Domenica 19 novembre 2017 09:37

Il Napoli sogna di riavere Milik a gennaio. Niente svincolati, c’è Gabbiadini
Sarri già pensa alla Roma ed è al lavoro per preparare la partita contro i giallorossi. Oggi torna Milik a Castel Volturno, il Napoli non ingaggerà svincolati per sostituirlo.




L'infortunio di Milik è un dispiacere già metabolizzato in casa Napoli. Chi si ferma è perduto e non c'è tempo di recriminare per lo stop al polacco. Sabato c'è la Roma e gli azzurri sono chiamati a riscattare il passo falso di Bergamo. Sarri è già concentrato e oggi sottoporrà la squadra ad una doppia seduta di lavoro. I nazionali sono tornati e si può preparare al meglio il match contro i giallorossi. Stamattina  la squadra ha svolto attivazione e successivamente si è divisa in due gruppi.Sul campo uno hanno lavorato i centrocampisti e gli attaccanti, mentre sul campo due la linea dei difensori. Per entrambi i gruppi allenamento tecnico tattico specifico. Con i difensore ha svolto lavoro completo anche Albiol. Nel pomeriggio è prevista la seconda seduta. Ma oggi a Castel Volturno è anche il giorno del ritorno di Milik. Il giocatore rientrerà alla base dopo l'intervento al legamento crociato anteriore del ginocchio destro, operato a Villa Stuart dal prof. Mariani. Per lui è già pronta una tabella di recupero, stilata per minimizzare i tempi di recupero. L'obiettivo è di riavere il calciatore entro 100 giorni. Gennaio è un termine ambizioso, ma non impossibile vista la reazione positiva del fisico di Milik all'operazione.

NIENTE SVINCOLATI, C'E' GABBIADINI - Il Napoli non ingaggerà calciatori svincolati per sostituire Milik. Piena fiducia da parte della società a Manolo Gabbiadini. Sarà l'attaccante bergamasco il terminale offensivo della squadra azzurra fin quando il polacco non sarà completamente recuperato. Il giocatore gode della fiducia del club, tanto che si lavora per un ricco rinnovo. Niente da fare, dunque, per Miro Klose.

© Riproduzione riservata