Juventus-Napoli, Dybala-Higuain. Numeri e statistiche a confronto




TORINO - Juventus-Napoli, 13 febbraio 2016 ore 20.45. Le due squadre arrivano allo scontro diretto con una platea potenziale di quasi un miliardo di spettatori sparsi in tutto il mondo. Una vetrina importante per la serie A, il miglior attacco (il Napoli con 53 reti segnate, 15 nelle ultime 5 partite) contro la miglior difesa (la Juventus con appena 15 gol incassati e nessuno nelle ultime cinque partite), i vicecampioni d'Europa reduci da una striscia record di 14 vittorie consecutive contro le 8 del Napoli di Sarri (battuto il precedente primato ottenuto nella stagione 87/88 da Maradona). Se da un lato il Napoli è l'unica squadra ad essere stata in vantaggio più di mille minuti in questa serie A, la vecchia signora è stata capace di recuperare ben 13 punti da situazione di svantaggio. Due punti di differenza ma modi completamente diversi di stare in campo per Allegri e Sarri. Basta considerare alcune statistiche, il Napoli ha un baricentro più alto recuperando palloni in una zona più avanzata di campo e tentando maggiormente la conclusione (424 volte) mentre la Juventus  ha concesso appena 198 tiri agli avversari, ha commesso 3 falli in più di media a partita perdendo, sempre in media,  10 palloni in meno della compagine partenopea. Indicativo anche un altro dato, se da un lato è  Jorginho, fulcro del centrocampo azzurro, con 2081 passaggi effettuati il re indiscusso della speciale classifica della serie A, Bonucci con 1517 è il recordman juventino. Lo Juventus Stadium può sembrare una chimera per il Napoli che nelle quattro stagioni ha incassato 11 reti, segnandone appena una ed uscendo sempre sconfitto alla fine dei 90 minuti ma questo è il primo anno che nel girone di ritorno i partenopei giungono a Torino da capolista con i bianconeri secondi. Ora veniamo ai protagonisti indiscussi di questa sfida, Higuain contro Dybala, l'azzurro che sta vivendo la sua consacrazione alla terza stagione all'ombra del Vesuvio contro il bianconero che dopo un inizio stentato sta giustificando tutti i 36 milioni sborsati dagli Agnelli per imbarcarlo al Falcone e Borsellino di Palermo direzione Caselle. Numeri impressionanti per il Pipita, 24 gol (2 i rigori) in altrettante giornate di campionato, uno ogni 84 minuti. Altrettanto felici le statistiche per la Joya,13 le reti segnate (3 i rigori) ed 8 gli assist sfornati.  Higuain sta correndo in scioltezza verso la scarpa d'oro essendo anche il giocatore che ha tirato di più nello specchio (58 volte) nei maggiori campionati europei. Una pioggia di gol, eppure Dybala non ha ancora segnato al Napoli mentre il numero 9 azzurro non ha ancora gonfiato la rete in casa bianconera, neanche con la casacca del Real Madrid. © Riproduzione riservata