Sabato 25 novembre 2017 06:22

Napoli-Crotone, Vrenna: «L’arbitro ha sbagliato, ma il Napoli meritava la vittoria»
Il presidente del Crotone, Raffaele Vrenna, ha parlato delle dubbie scelte arbitrali di Mariani durante la gara di ieri contro il Napoli al San Paolo.

13 marzo 2017



Il presidente del Crotone, Raffaele Vrenna, ha parlato a Radio Crc dell'arbitraggio del match contro gli azzurri: «Sappiamo tutti che a Napoli l’arbitro ha commesso qualche errore. Appena venerdì scorso ci sono state critiche sulla Juventus, ma il calcio è fatto così ed è bello anche per questo».

«Rog andava espulso, il secondo rigore non c'era»

Il tecnico del Crotone, al termine della gara al San Paolo, si è lamentato delle dubbie decisioni di Mariani. Il presidente rossoblù ha preso le parti dell'allenatore: «Ci sta che ieri Nicola si sia infuriato. Sul primo rigore forse il calciatore del Napoli è caduto un po' prima del tocco. È mancato il secondo giallo a Rog e il terzo rigore non credo ci fosse. Poi, il Napoli meritava sicuramente la vittoria, ma noi nella stagione abbiamo subito molti torti. La cosa importante è che gli arbitri sbaglino in buona fede».

«C'è divario economico tra le società, non è un campionato equo»

«Quest’anno stiamo andando male e ci sono stati errori che hanno penalizzato il Crotone, ma il calcio è un gioco - continua Vrenna -. Ciò che conta è che i direttori di gara non si lascino condizionare quando le piccole affrontano le grandi. Noi siamo una squadra di serie A come Napoli, Roma e Juventus e forse nell’uomo c’è un fatto inconscio nel dare o meno un rigore». Non solo sudditanza psicologica. Secondo il presidente del Crotone il problema riguarda l'organizzazione del massimo campionato italiano: «C’è un divario economico enorme tra le piccole e le grandi società di serie A e così non è un campionato equo. In Spagna, in Inghilterra o in Germania, se si vince un campionato e si passa dunque dalla serie B alla serie A, c’è un contributo maggiore».

© Riproduzione riservata