Sabato 23 settembre 2017 01:46

Napoli, manita al Toro. Ma la Roma batte la Juve
Il Napoli vince 5-0 in casa del Torino. Gli azzurri riagganciano il secondo posto per qualche ora, poi la Roma batte la Juve

14 maggio 2017



TORINO - Il Napoli fa cinquina. Mertens e compagni travolgono il Torino in casa con un netto cinque a zero e riagganciano per qualche ora la seconda posizione prima della vittoria della Roma sulla Juve. È il miglior Napoli stagionale. Attacca senza soluzione di continuità, resta compatto e concede pochissimo. Mertens, Insigne e Callejon sono inarrestabili e sfruttano ogni singola indecisione degli avversari. La vittoria permette agli azzurri di raggiungere quota 80 punti, a due punti dal record della scorsa stagione.

Articoli correlati

Torino-Napoli 0-5, tabellino e pagelle

Goal e sprechi

Sarri ritrova Koulibaly, di ritorno dalla squalifica. A centrocampo c'è Allan. Nel Toro Molinaro prende il posto di De Silvestri. Il primo tempo è un assolo del Napoli. Gli azzurri segnano subito, mettendo a nudo la mancanza di filtro del centrocampo granata. Al 7' Callejon si infila in un buco centrale e fa secco Hart. Il Toro soffre il fraseggio veloce del Napoli. Benassi e Baselli non riescono a dare copertura alla difesa e - in più di un'occasione - i passaggi filtranti mettono i brividi ai venticinquemila dell'Olimpico. Solo l'imprecisione sotto porta dell'attacco azzurro permette ai padroni di casa di tornare negli spogliatoi con una sola rete di svantaggio. Dopo il goal il Napoli ha tre occasioni per portarsi sul due a zero. La più chiara al 19' quando Callejon, in un'azione molto simile a quella del primo goal, sfiora il palo con un diagonale sull'uscita di Hart.

Pioggia di reti

Lo strapotere del Napoli in mezzo al campo porta Lombardo, allenatore di giornata a causa della squalifica di Mihajlovic, a ridisegnare il Torino. Dentro Gustafson per dare consistenza alla mediana e Iturbe per dare fantasia alle ripartenze. Ma le cose non migliorano. Anzi. Al 58' Hamsik dà la sveglia con un colpo di testa che sfiora il palo. Due minuti dopo, da una palla persa in uscita, nasce il raddoppio del Napoli. È Insigne, liberato da Mertens dinanzi a Hart, a insaccare il due a zero. Il Torino, imbambolato, affonda. Al 72' arriva il tre a zero. Il tiro è di Mertens, la responsabilità è di Hart. La quarta rete porta la firma di Callejon che, sottomisura, sigla la doppietta. C'è gloria anche per Zielinski, subentrato a Hamsik, che mette in rete il cinque a zero. A quel punto la partita finisce. Gli ultimi tredici minuti sono accademia e applausi. Questo Napoli li merita.

© Riproduzione riservata