Sabato 18 novembre 2017 05:29

Torino-Napoli 0-5, Sarri perde la calma: «Le mie parole sono state travisate. Non ho chiesto nulla al presidente»
Il Napoli batte il Torino 0-5: la lotta per il secondo posto è ancora aperta. Nel post partita Maurizio Sarri ha commentato la prestazione dei suoi.

14 maggio 2017



Gli azzurri battono il Torino 0-5 raggiungendo momentaneamente il secondo posto, in attesa della sfida tra Roma e Juventus in programma questa sera. Stagione da record per il Napoli che, a due giornate dalla fine, è già a quota 107 goal. Nel post partita ne ha parlato Maurizio Sarri ai microfoni di Premium Sport: «Secondo me i 107 goal di quest'anno valgono di più di quelli dell'anno scorso. Abbiamo giocato in Champions e non in Europa League e il coefficiente di difficoltà è superiore. Sono contento per i ragazzi, hanno fatto una partita straordinaria anche oggi in un campo non facile».

Lo scudetto e la distanza dalla Juve

Gli azzurri si stanno rendendo protagonisti di una straordinaria conclusione di stagione. Il Napoli, però, non è in corsa scudetto, ma in lotta per il secondo posto. C'è rammarico per questo? «Con la Juventus c'è un gap che non è facile colmare sotto tutti i punti di vista, anche sotto quello tecnico - ha dichiarato Sarri -. La Juve sta facendo quasi 100 punti a campionato tutti gli anni. Poi le storie relative ai punti persi può esser fatto per tutte le squadre, non ci faccio nemmeno tanto caso».

«Non mi riferivo al presidente, gli è stato riferito qualcosa di non vero!»

Le parole del tecnico del Napoli sul suo futuro contratto hanno fatto molto discutere, soprattutto a seguito della replica di De Laurentiis: «Non mi riferivo assolutamente a lui. Gli sono grato, come ho detto anche ieri, perché mi ha portato in una grande squadra ed è stato l'unico ad avere il coraggio di farlo. Ho parlato poi di un obiettivo personale, riguardante il mio futuro. Non capisco cosa c'entri Aurelio. Il mio contratto finisce nel 2020, c'è ancora molto tempo. A meno che non ci sia un'interruzione del contratto nel 2018, prevista da ambo le parti con una penale». Il tecnico del Napoli ha voluto sottolineare la bontà delle sue dichiarazioni e l'assenza di qualsiasi "frecciatina" indirizzata al patron azzurro: «Sono nel calcio da tanto e non mi sono arricchito, voglio farlo in futuro. Non tanto per me, ma per la mia famiglia alla quale ho fatto mancare tanto in questi anni. Al presidente è stato riferito qualcosa di non vero. Il prossimo contratto non so dove lo firmerò». Nel corso dell'intervista il tecnico del Napoli ha perso le staffe, abbandonando poi la postazione con fare stizzito: «Io ho solo risposto a chi mi ha chiesto come migliorare questa squadra e ho detto che attualmente il Napoli si può migliorare solo con dei top player. Non ho mai chiesto nulla al presidente, non potete travisare ogni mia dichiarazione. Non ho parlato di un ca**o con nessuno, e non ho fatto richieste alla società».

 

© Riproduzione riservata