Mercoledi 20 settembre 2017 09:26

Maradona: «Sarri non adatto alla panchina del Napoli. Sono arrabbiato con De Laurentiis»




Ospite della trasmissione In casa Napoli, in onda sul canale Piuenne, Diego Armando Maradona ha concesso una lunga intervista andando a toccare diversi argomenti: «Rispetto molto Sarri e non ho nulla contro di lui, ma con lui alla guida non avremo mai un Napoli vincente. La colpa non è sua ma è di chi ha deciso di affidargli la squadra, la panchina del Napoli è un'altra cosa, c'era bisogno di qualcuno con esperienza in grado di comandare il gruppo, un allenatore che conoscesse bene la grandezza della piazza. Personalmente avrei tenuto Benitez. Sarà un campionato da metà classifica». «Non sono soddisfatto - rincara la dose il Pibe de Oro - Il Napoli non merita di perdere prestigio dopo tutto quello che è stato fatto fino a oggi. De Laurentiis deve capire che serve rispetto per la gente, non conosce tanto bene il calcio per cui credo che dovrebbe affidarsi a gente che lo conosce bene. Non l'ho ancora sentito, ma ora che sono in Italia sicuramente avremo modo di parlare, spero di riuscire a fargli capire che non si può vanificare tanto sacrificio, dobbiamo migliorare assolutamente». «Mi piace molto, è tornato a giocare a grandi livelli dopo l'infortunio - ha affermato Maradona, parlando di Lorenzo Insigne - Può far parte di un grande Napoli, così come Mertens e altri ancora. Ho fiducia anche in Albiol, non si può mettere in croce un calciatore perchè commette un errore, lo spagnolo è un grandissimo giocatore che può sbagliare, così come tutti. Sta all'allenatore capire se sta vivendo un momento negativo. Higuain? Gli voglio tanto bene, sono anche molto amico di suo padre. Il Pipita deve correre di più, gli manca lo scatto nel breve». «Per lo scudetto vedo favorita la Roma, anche se credo che l'Inter possa lottare per il titolo, ed è una squadra che ha voglia di tornare ad alti livelli. Il nuovo San Paolo? Ho letto che vogliono farlo con una capienza di 41mila posti, ma non capisco che senso ha. Che male hanno fatto i napoletani per meritare questo? A questo punto perchè non fare direttamente lo stadio del Napoli al San Siro o all'Olimpico?». «Napoli mi manca moltissimo - ha concluso - Mi mancano l'affetto della gente e tutte le particolarità di questa città. Napoli ha tutto, è una città unica, bellissima, dove si respira calcio, così come piace a me». © Riproduzione riservata