Domenica 20 agosto 2017 15:28

Il Napoli piange la morte di Bugatti, entrò nella leggenda per una vittoria a Torino




«E' scomparso all'età di 88 anni Ottavio Bugatti, storico portiere che ha giocato con il Napoli dal 1953 al 1961. Bugatti ha anche allenato le giovanili azzurre. In carriera ha vinto 2 scudetti e 2 Coppa dei Campioni con l'Inter negli Anni 60. Il Presidente Aurelio De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la Ssc Napoli esprimono profondo cordoglio per la scomparsa dell'ex portiere azzurro». Con questa nota, apparsa sul sito ufficiale, il Calcio Napoli ha reso nota la notizia della scomparsa di Bugatti. Fu il secondo portiere della storia azzurra, dopo Casari, a difendere la porta della Nazionale. Negli anni seguenti solo Zoff e De Sanctis riusciranno ad indossare la maglia dell'Italia da portieri del Napoli. Bugatti arrivò in azzurro nel 1954 dalla Spal, acquistato da Lauro per 55 milioni. Rimase 8 stagioni all'ombra del Vesuvio, diventando un idolo prima dello Stadio del Vomero e poi del nuovissimo San Paolo. Lasciò Napoli nel 1961, dopo la retrocessione in Serie B, per accasarsi all'Inter come secondo portiere. A Milano Bugatti concluse la carriera nel 1965, facendo la riserva prima di Lorenzo Buffon e poi di Sarti. LA LEGGENDA DI TORINO - Ottavio Bugatti è entrato nella leggenda per aver giocato una mitica partita il 24 novembre 1957 allo stadio Comunale di Torino. Nonostante la febbre alta, con la temperatura ben oltre i 38 gradi, Bugatti scese in campo in un'attesissima sfida tra Juventus e Napoli. Si rese protagonista di alcuni grandi parate, che permisero agli azzurri di portare a casa un clamoroso 3-1. Fu l'ultima vittoria in casa bianconera prima di un lungo digiuno per il Napoli. L'incantesimo fu rotto 29 anni dopo da Maradona e Compagni che vinsero con lo stesso risultato lo scontro diretto che li lanciò verso la conquista del primo scudetto.