Martedi 22 agosto 2017 08:41

Napoli, scoppia il caso Strinic, l’agente: «Chiederemo la cessione a gennaio»




NAPOLI - Monta il caso Strinic in casa Napoli: il terzino croato, arrivato in azzurro a gennaio scorso a parametro zero, non è ancora sceso in campo sotto la gestione Sarri. A parlare della situazione è stato il suo agente Tonci Martic che dalle frequenze di Radio Crc ha dichiarato: «Ivan non è contento della situazione che sta vivendo e della sua posizione in squadra. Non è stato relegato in panchina per delle prestazioni negative, ha subito un infortunio tempo fa ma ora è tutto a posto, è in forma da tempo». «Se il giocatore non viene mai utilizzato - ha proseguito il procuratore - non può dimostrare nulla. Ivan è molto perplesso, si sente messo da parte. La situazione è strana perchè è arrivato a Napoli tra gli applausi, è stato prelevato a parametro zero e il club ha rifiutato un'offerta tra gli otto e i dieci milioni di euro. Se respingi una simile proposta significa che hai intenzione di puntare sul giocatore, quindi ti aspetti di vederlo giocare». «Adesso aspettiamo gennaio, stiamo pensando a un trasferimento, anche se non giocando mai il rischio è che il calciatore venga deprezzato. Esistono club interessati a lui, non so se continueranno a esserlo in futuro. Ho un ottimo rapporto col Napoli, la stagione sta andando bene e capisco che squadra che vince non si cambia, però in qualche modo bisogna pure intervenire. Rivedrò Giuntoli a fine dicembre per fare il punto della situazione, se le cose non saranno cambiate allora la separazione sarà la cosa migliore per tutti». «Il ragazzo a Napoli sta bene, la sua famiglia e felice e non è assolutamente una questione di soldi -ha concluso - Semplicemente è un professionista e vuole giocare, tutto qui. Nel calcio tutto è possibile, quindi aspettiamo ancora un altro pò prima di prendere decisioni importanti». © Riproduzione riservata