Mercoledi 13 dicembre 2017 04:21

Hamsik, che goal con la Slovacchia! E’ felice, con Sarri tornerà nel suo ruolo




BRATISLAVA (Slovacchia) - Scatto in profondità, dribbling secco sul portiere, e palla in rete. Tre momenti per descrivere il bellissimo goal che Marek Hamsik ha messo a segno ieri sera in Slovacchia-Macedonia, gara valida per le qualificazioni agli europei. «Ho agito d'istinto, sono contento che abbia funzionato», ha dichiarato Hamsik dopo la partita, descrivendo la genesi del goal. Una rete per concludere in bellezza una stagione difficile, giocata in modo altalenante. Nonostante tutto, Hamsik ha segnato tanto quest'anno. Sette reti in campionato, quattro in Europa League, una in Coppa Italia e una a Bilbao nel preliminare di Champions. Ma non ha mai dato l'impressione di essere inserito a pieno negli schemi di Benitez. Ha trovato spesso difficoltà nel ritagliarsi una posizione. Nel 4-2-3-1 le aree del campo in cui era abituato a svariare con gli allenatori precedenti le trovava occupate e ha dovuto ricercare soluzioni alternative. Nonostante l'esperienza con il tecnico spagnolo fosse iniziata alla grande, Hamsik e Benitez non si sono presi mai. Grande rispetto reciproco, certo, ma poca empatia dal punto di vista tattico. Hamsik ha subito il turnover, c'è rimasto male per alcune panchina in gare importanti. Da capitano, vuole sempre essere in campo per dare il suo contributo. Benitez l'ha difeso nei momenti no, famoso il «gioca Marek e altri dieci», ma non lo ha risparmiato dalle logiche di rotazione sistematica che caratterizzano le sue formazioni. Così Hamsik, nel match decisivo di Torino contro la Juve, si è ritrovato a partire dalla panchina, trovando spazio solo nell'ultima mezz'ora, nonostante uno stato di forma soddisfacente. Ora è arrivato Sarri. Il nuovo allenatore, di solito, gioca con il 4-3-1-2. Ma non disdegna altri moduli, come il 4-3-3. L'ex tecnico dell'Empoli, meno intransigente rispetto al predecessore dal punto di vista tattico, preferisce adattare il modulo agli uomini, e non viceversa. Con lui, Hamsik dovrebbe tornare nel suo ruolo naturale, ritrovando quegli spazi che gli erano mancati durante la gestione Benitez. Anche se il gran goal di ieri lo ha segnato giocando nel 4-2-3-1 di Kozak. © Riproduzione riservata