Napoli a pranzo con De Laurentiis, patto per la Champions




NAPOLI - Un pranzo per salvare la stagione. Il Napoli riparte dalla tavola imbandita dell'Hotel Vesuvio per serrare i ranghi e vincere le ultime tre partite da campionato, in modo da conquistare i preliminari di Champions. De Laurentiis ha riunito tutti - squadra, staff e Benitez -, con la speranza di ritrovare l'armonia dopo la cocente delusione dell'eliminazione nelle semifinali di Europa League. Cancellare i fantasmi del Dnipro per riconquistare l'Europa che conta è la richiesta del presidente. Il pranzo è scivolato via in un clima sereno. Volti distesi, c'è l'intenzione di dare il massimo per arricchire con una qualificazione in Champions una stagione che ha portato nella bacheca azzurra la sola Supercoppa Italiana. A tavola non si è parlato del rinnovo di Benitez. C'è poco da discutere, oramai. Le condizioni del tecnico sono chiare e non ci sono grandi margini di trattativa. L'addio di consumerà dopo Napoli-Lazio, a campionato concluso. Non c'è stato il solito bagno di folla. I tifosi hanno reagito in maniera indifferente alla notizia del pranzo sul lungomare. Non c'era la tipica ressa con annessa corsa all'autografo. L'ambiente è ancora scottato dalla delusione della sciagurata notte di Kiev e non c'è voglia di far festa, anzi. Regna la freddezza. © Riproduzione riservata