Lunedi 11 dicembre 2017 20:06

Dalma Maradona risponde a Dani Alves: «Meglio tacere quando non si sa di chi si sta parlando»
Dalma Maradona non ci sta: la figlia del Pibe de Oro risponde con una lettera alle dichiarazioni rilasciate oggi dal bianconero Dani Alves.

17 giugno 2017



Dani Alves, laterale della Juventus, nelle scorse ore ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sports Interactive e, parlando di Diego Armando Maradona, non si è dimostrato molto clemente. Il brasiliano è stato anche protagonista di una gaffe: paragonando El Pibe de Oro a Messi ha infatti sottolineato come l'ex Napoli non avesse mai vinto un Pallone d'Oro.

«Ora le spiego chi è mio padre»

Non è si è fatta attendere la risposta di Dalma Maradona, figlia dell'indimenticato numero dieci del Napoli, che ha scritto una lettera al calciatore bianconero. Questo il messaggio postato su Twitter, preceduto da una breve introduzione:

«Così come critico molto mio padre, so anche difenderlo e sarà sempre così. Spero che Dani Alves abbia un secondo per leggermi:
Signor Dani Alves, mi rivolgo a Lei con lo scopo di spiegarle chi è mio padre visto che credo di esserne a conoscenza, a differenza sua. Ho visto un frammento di una sua intervista, nel quale diceva che non si possono paragonare Messi e mio padre: le potrei dire che sono d'accordo e che ho sempre detto che questo paragone è per persone ignoranti e che, da argentina, amo Messi e festeggio ogni suo trionfo.
In seguito si chiedeva quanti Palloni d'Oro avrebbe vinto mio padre, ma la domanda mi fa quasi pena visto che nell'epoca in cui giocava questo riconoscimento veniva assegnato solo ai calciatori europei. Forse lei non lo sapeva...
Poi, ha detto che non sarebbe orgoglioso di aver vinto un Mondiale con un gol di mano e lì, se me lo permette, le chiederei se ha avuto la possibilità di vedere l'altro gol che mio padre ha segnato in quella partita. Per concludere, afferma che non utilizzerebbe mio padre come esempio sportivo per i giovani e, a questo punto, mi azzardo a dire che anche mio padre sarebbe d'accordo, perché lui stesso ha detto tantissime volte che non ha mai voluto essere un esempio per nessuno e che ha fatto ciò che ha potuto. Si faccia un favore e parli con qualcuno dei suoi colleghi calciatori brasiliani e chieda loro chi è mio padre, sono certo che molti di loro potranno spiegarglielo perfettamente!

Chiudo dicendole che, secondo la mia umile opinione, è più sano e molto più intelligente scegliere il silenzio quando non si sa di chi si sta parlando.
Buona vita!
Dalma Maradona».

© Riproduzione riservata