Giovedi 23 novembre 2017 08:22

Il Napoli banchetta sul Brugge, al San Paolo finisce 5-0




NAPOLI - La prima vittoria della stagione del Napoli arriva in Europa. Gli azzurri banchettano su un Brugge imbarazzante, infliggendo ai malcapitati belgi un netto 5-0. Il 4-3-3 rende e i due esterni, Mertens e Callejon, portano a casa entrambi una doppietta. Napoli avanti al primo affondo. Al 5' Callejon prova il cross dalla fascia, il pallone prende una strana traiettoria, inganna il portiere e finisce in rete. Poco meno di un quarto d'ora e arriva il raddoppio. Il Napoli in quattro tocchi macina 60 metri di campo. Hamsik lancia Callejon che vince il rimpallo e offre a Mertens un assist che il belga insacca sottomisura. Un'altra manciata di minuti e arriva anche il 3-0. La difesa del Brugge mostra più di un imbarazzo difensivo e gli azzurri ne approfittano. Jorginho, su punizione, mette Mertens dinanzi a Bolat. Tiro al volo dell'esterno azzurro e pietra tombale sulle speranze belghe. Anche nella parte restante della frazione il Napoli continua ad imperversare. Al di là di qualche sporadico affondo, il Brugge non perviene. La squadra di Preud'homme soffre le veloci aperture sulla fascia del Napoli, non riuscendo quasi mai a restare corta, concedendo qualche metro di troppo tra difesa e centrocampo. Nonostante l'ingresso di Izquierdo per Bolingoli Mbombo, il Brugge non decolla neanche nella ripresa. Anzi. Becca anche il quarto goal al 52' da Hamsik che, imbeccato da Mertens, approfitta dell'ennesimo svarione difensivo degli avversari e insacca a porta vuota. Potrebbe arrivare anche la quinta rete ma Mertens, da posizione favorevole, sfiora il palo. A quel punto, il gioco del Napoli si incentra sulla ricerca del goal di Higuain. L'argentino non riesce però a a segnare, colpendo un palo, prima di lasciare il posto a Gabbiadini a 20 minuti dalla fine. Riesce invece la doppietta a Callejon che al 77' sfrutta una palla in profondità di Allan e infila il 5-0. Ancora problematica la fase difensiva del Brugge che si fa infilare con un passaggio verticale di 40 metri. E' l'ultima occasione da verbalizzare. Finisce così. La prima vittoria di Sarri coincide con il cambio di modulo. Ora sarà difficile tornare al 4-3-1-2. © Riproduzione riservata