Mercoledi 23 agosto 2017 21:35

Napoli-Torino, Sarri: «Squadra pericolosa, non va fatta giocare. Ancora nessun rigore a favore, è strano»
«Il turn-over? Faccio tanti cambi con la speranza che così ci sia più lucidità»

17 dicembre 2016



CASTEL VOLTURNO (CE) - Il tecnico azzurro Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa parlando del match di campionato Napoli-Torino, in programma domani pomeriggio allo stadio San Paolo: «Loro hanno un grande allenatore, che ha trasmesso molto in pochi mesi, è pericolosissima in zona offensiva e quindi le partite così sono sempre di grande difficoltà.  Sono convinto che i nostri avversari cercheranno di fare la partita, come hanno fatto con la Juve. Non vanno fatti giocare, negli ultimi 20 metri sanno essere molto pericolosi».

Ballottaggio Chiriches-Maksimovic

«Non ho deciso, anche se lo avessi deciso lo direi. Chiriches è più avanti tatticamente, Maksimovic ha un potenziale eccezionale, viene da un percorso diverso, si sta impegnando e nel futuro sarà estremamente importante. Giochiamo domani e giovedì quindi vediamo come si alterneranno».

Ancora nessun rigore in campionato per il Napoli

«Ce ne hanno dato uno a Pescara alla prima giornata, poi ce l'hanno tolto. Abbiamo più passaggi in area della Roma, vediamo che ci sono otto rigori per la Roma, noi zero, è un numero strano, speriamo che si riassesti durante la stagione. Non so che dirti, non voglio fare polemiche strane, non è il caso».

«Stiamo crescendo, ora serve continuità»

«Mertens è tornato brillante, Insigne è tornato ai suoi livelli, Callejon è stato il più costante. quindi il reparto diventa così più forte. Il turn-over? Faccio tanti cambi con la speranza che così ci sia più lucidità. Ad oggi, la stanchezza non s'è ancora accumulata. Speriamo di arrivare a marzo-aprile con grande brillantezza. La sensazione è che stiamo crescendo e dobbiamo dare continuità a questo percorso, senza fare calcoli che lasciano il tempo che trovano. Pensiamo a crescere noi come mentalità, è un qualcosa che riesce a poche squadre e dobbiamo impegnarci».

La situazione di Gabbiadini

«Ho fatto quello che ho fatto per altri giocatori, il suo potenziale è alto e mi auguro di cuore che possa sempre tirarlo fuori. Ha dato segnali di crescita, io ci metterò il possibile, ma il resto deve mettercelo lui».

La supersfida col Real Madrid

«Giocare col Real sarà un piacere, avremo tempo per pensarci, per ora l'abbiamo fatto poco. Sarà bello per tutti, è una gara prestigiosa, bellissima, avversario quasi proibitivo, però sarà bello giocarsela al Bernabeu. Nello spogliatoio l'abbiamo archiviato in dieci secondi, sorteggio bellissimo, difficilissimo e basta».

L'affare Pavoletti

«E' un giocatore del Genoa - ha concluso Sarri, che evidentemente ha preferito non sbilanciarsi prima dell'ufficialità - Non ho mai parlato di mercato a sessione aperta figuriamoci ora che è chiuso».

© Riproduzione riservata