Domenica 24 settembre 2017 08:55

Mai un pareggio tra Chievo e Napoli, Sarri non si fida dei veronesi
Almeno tre cambi previsti nel Napoli per la sfida di domani a Verona contro il Chievo, Sarri non sottovaluta la squadra di Maran.

18 febbraio 2017



Sarà una delle partite più difficili della stagione. Sarri non ha potuto dirlo alla stampa, ma lo ha spiegato alla squadra. Domani, al Bentegodi contro il Chievo, il Napoli avrà un esame di maturità ricco di insidie. Gli azzurri arrivano alla sfida contro i veronesi dopo la sconfitta del Bernabeu contro il Real Madrid. Una notte che ha portato via tante energie, specialmente sul piano nervoso. Il rischio che la scarica di adrenalina della notte di Champions abbia tolto benzina alla squadra è reale. Le intempestive critiche di De Laurentiis, il silenzio stampa e le polemiche sono un ulteriore carico su una squadra che non può sbagliare. Nei piani alti della classifica continuano a vincere tutte e il Napoli, per evitare tentativi di aggancio al terzo posto, dovrà fare lo stesso.

Articoli correlati

Chievo-Napoli, probabili formazioni
Esodo azzurro al Bentegodi, i tifosi non lasciano solo il Napoli

Zero pareggi

Nei dieci precedenti tra Chievo e Napoli, il segno ics non è mai uscito. Sei vittorie azzurre, quattro dei padroni di casa. Cabala a parte, Sarri non si fida. I veneti hanno avuto una settimana intera per preparare il match. Non hanno granché da perdere, vista la posizione di centro classifica che lascia poche preoccupazioni. Meggiorini, in conferenza stampa, ha dichiarato che è «il momento di osare qualcosa». Tradotto: c'è voglia di tentare lo sgambetto al Napoli. Con la squadra praticamente al completo - manca solo Pellissier - Maran tenterà di far male agli azzurri con un 4-3-1-2. La parola d'ordine è equilibrio per evitare che la squadra di Sarri sfrutti eventuali spazi tra i reparti.

La vittoria azzurra dello scorso anno

Il giorno di Pavoletti

La partita di domani dovrebbe coincidere con l'esordio dal primo minuto in campionato di Pavoletti. L'attaccante del Napoli, arrivato a gennaio dal Genoa, dovrebbe agire con Mertens e Callejon ai lati. Insigne dovrebbe accomodarsi in panchina, pronto a subentrare nella ripresa. A centrocampo dovrebbero giocare gli esclusi di Madrid. Spazio, dunque, ad Allan e Jorginho, vogliosi di mettersi in mostra dopo la panchina del Bernabeu. In difesa dovrebbe agire il quartetto titolare. Tutti convocati in casa Napoli, ad eccezione di Tonelli, ancora al palo per un problema fisico.

© Riproduzione riservata