Venerdi 21 settembre 2018 23:44

Allan silura la Spal, il Napoli torna capolista
Novanta minuti giocati ad una sola porta ma il Napoli non va oltre l'uno a zero contro la Spal, decide una rete di Allan

18 febbraio 2018

NAPOLI - Un goal in avvio, poi la porta diventa stregata. Il Napoli supera la Spal per uno a zero e si riprende il primo posto dopo la vittoria della Juve nel Derby contro il Torino. La rete di Allan in avvio sembra essere l'inizio di una goleada invece la squadra azzurra si trova di fronte un Meret in formato Nazionale. Dove non arrivano le mani del portiere scuola Udinese interviene la sfortuna ad impedire alla squadra azzurra di arrotondare il risultato.

Fulmine Allan

Sarri con la migliore formazione possibile, Semplici con Antenucci di punta e Kurtic a supporto. Il primo tempo è un assolo del Napoli. Che la Spal sia attesa da un pomeriggio lungo, lo si capisce già al 4'. Insigne, con il solito tiro a giro, coglie il palo. Due minuti dopo arriva il gol del vantaggio. Azione di forza di Allan che irrompe in area e infila il pallone sul primo palo. La Spal, colta a freddo, non riesce a organizzare una vera e propria reazione. Anzi deve ringraziare Meret che la tiene a galla con una serie di parate. Al 9' salva su Callejon poi si esibisce, in serie, su Hamsik, Koulibaly e Mario Rui. La prima frazione si conclude con dodici tiri del Napoli e un possesso palla prossimo al settanta percento. Il primo tiro in porta di marca estense arriva al 43'. La conclusione di Viviani, in goal all'andata, è controllata da Reina.

Var e sfortuna

Il Napoli continua ad attaccare anche nel secondo tempo. Al 59' Meret è nuovamente protagonista su Mertens. Quattro minuti dopo il Napoli segna con Hamsik. Lo slovacco raccoglie di testa un cross di Allan e insacca. Lo stadio esulta, il capitano azzurro si becca anche un'ammonizione per aver spezzato la bandierina ma il Var interviene e Gavillucci annulla per fuorigioco. Al 74' la squadra di Sarri va nuovamente vicina al raddoppio con Albiol che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ciabatta il cross di Callejon. Semplici prova a raddrizzarla nell'ultimo quarto d'ora con l'inserimento di Floccari al posto di Grassi. Ma è ancora Mertens al 78' ad andare vicino al gol con una punizione dal limite che sfiora l'incrocio. Tre minuti dopo ci prova Insigne dopo una percussione dalla sinistra ma il suo tocco in caduta va solo vicino al palo. Neanche l'ingresso in campo di Floccari aiuta la Spal a rendersi pericolosa. Finisce così, e il San Paolo canta.

© Riproduzione riservata