Venerdi 15 dicembre 2017 03:43

Napoli-Milan 2-1, Sarri: «Roma? Nella vita fanno paura altre cose. Sul mio futuro da ct…»
Il mister è sicuro: «Abbiamo fatto una partita forse meno brillante di altre, ma abbiamo concesso pochissimo. Dispiace per il goal subito».

18 novembre 2017



Il Napoli batte il Milan e conquista tre punti importantissimi. Al termine della sfida, il tecnico dei partenopei, Maurizio Sarri, ha parlato ai microfoni di Premium Sport: «Abbiamo fatto una partita forse meno brillante di altre, ma tirando le somme abbiamo concesso pochissimo e creato 7-8 palle goal. Il ritmo giusto siamo riusciti a tenerlo solo nella seconda parte del primo tempo. Mi dispiace per il goal subito su tiro dalla distanza: si poteva chiudere a porta inviolata».

Le scelte di Ventura

L'allenatore dei partenopei ha parlato anche dell'esclusione di Insigne contro la Svezia: «La mia storia in questi tre anni mi dice che non ne avrei fatto a mano, ma ogni allenatore è la somma delle proprie esperienze. Ventura ha giocato con due punte per tanti anni. Non mi è piaciuto quello che ha subito l'allenatore, non posso pensare sia l'unico responsabile. Io ct? In questo momento mi piace molto allenare i ragazzi che ho a disposizione, sono contento così: questo lavoro mi gratifica».

Il bilancio della gara

Nonostante la vittoria, gli azzurri hanno sprecato molte occasioni. Quanto preoccupa il calo che si è palesato dopo i primi 45'? «Nel secondo tempo, nonostante il baricentro basso, non abbiamo concesso molto. Non so se è preoccupante, bisognerebbe chiederlo alle nazionali: in molti sono stati via fino a due giorni fa. I difensori mi sembravano in buone condizioni ma siamo calati soprattutto con gli esterni. Vediamo se riusciamo a metterci a posto. Ma dovremmo cambiare qualcosa a centrocampo nella partita di Champions perché i ragazzi hanno speso molto».

«Rui diverso da Ghoulam»

Chi non sembra essere tornato al top della condizione è il capitano Marek Hamsik: «Lo scorso anno ha fatto un girone di ritorno straordinario, era difficile pensarlo sempre su quei livelli - ha dichiarato Sarri -. Con il Milan ha fatto un buon primo tempo, ero contento della sua prestazione. Ma anche lui è stato via con la nazionale. Mario Rui ha fatto bene anche se non riesce ad avere un lungo minutaggio. È diverso da Ghoulam, lui è meno potente ma è molto brillante. A livello di palleggio ci può sicuramente aiutare».

«Vogliamo finire la stagione sapendo di aver dato il massimo»

Il mister ha le idee chiare quando si tratta di rivali: «Nella vita ho paura di altre cose, non della Roma. È una squadra fortissima, di cui ho tanta stima, sopratutto dell'allenatore. L’importante per noi è finire il campionato avendo la sensazione di aver dato tutto».

© Riproduzione riservata