Sabato 24 febbraio 2018 17:14

Napoli-Torino, Sarri: «Mertens straordinario, squadra di qualità. Real? Non ci pensiamo»
Il Napoli batte il Torino. Sarri: «Partita di altissimo livello. Ora pensiamo solo a Firenze».

18 dicembre 2016



Finisce 5-3 la sfida tra Napoli e Torino al San Paolo, poker per Mertens. Al termine della partita il tecnico azzurro Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Premium Sport: «Io penso che Dries sia un giocatore straordinario, ma penso anche che in questo momento la squadra si esprime così bene che lo sta facilitando molto. Dal punto di vista della qualità abbiamo giocato una partita inappuntabile ma dal punto di vista della mentalità dobbiamo crescere».

«Abbiamo tenuto in vita una partita che doveva essere chiusa»

Sarri si focalizza anche sugli errori della squadra: «Abbiamo preso goal per tre stupidaggini, nella seconda azione forse c’era fallo anche su Reina. Per quanto riguarda la gestione della partita abbiamo commesso delle leggerezze che non dobbiamo assolutamente commettere».

«Champions League? Testa a Firenze»

Il tecnico azzurro è stato molto chiaro circa la preparazione della squadra in vista del match al Bernabéu il prossimo febbraio: «Io sono preoccupato per Firenze, non per Madrid, per quello abbiamo tempo e modo per pensarci. Se ci ragioniamo già da ora facciamo l’errore più clamoroso che possiamo commettere». Per Sarri c’è solo la gara contro la Fiorentina: «Non stiamo guardando nemmeno le partite del Real Madrid, magari tra due mesi sarà un’altra squadra rispetto a quella di adesso. Dobbiamo preparare la prossima partita, abbiamo contro una squadra di grande livello».

Goal arrivati per leggerezze

Il mister non può che compiacersi per la prestazione del suo Napoli: «C’è soddisfazione per quello che ho visto: a livello di spettacolarità e pericolosità offensiva, la squadra ha fatto grandi cose. E tutto sommato ha anche concesso abbastanza poco ad una squadra di grande pericolosità come il Torino. Però dispiace un po’ che questi goal siano arrivati in maniera così leggera. Non è che possiamo sperare di giocare sempre su questi livelli - continua Sarri-, quindi qualche risultato andrà fatto con attenzione, spirito di sacrificio, e probabilmente giocando un po’ peggio di come abbiamo fatto oggi. È una questione di mentalità e dobbiamo ancora crescere».

Una partita ben gestita

Sarri ha parlato anche del possesso palla: «I nostri sanno gestire la palla, basta guardare i numeri: siamo la squadra la squadra che palleggia di più in tutto il campionato. Se si guardano i goal subiti si vede che sul primo ci siamo rinviati addosso, sul secondo non abbiamo difeso il portiere, sul terzo bastava che Callejon andasse col corpo. Non mi piace consegnare questi goal agli avversari».

Finalmente rigore per il Napoli

Dopo le ultime dichiarazioni in merito ai calci di rigore assegnati al Napoli, il tecnico azzurro risponde così: «Io non ho detto niente, mi hanno detto che la risposta è passata come una polemica. La mia non voleva esserlo, magari i miei si tirano la gamba in area».

© Riproduzione riservata