Mercoledi 23 agosto 2017 10:03

Il Napoli dimentica Madrid, 3-1 al Chievo
La sconfitta contro il Real Madrid in Champions non ha minato le convinzioni del Napoli che batte per 3-1 il Chievo al Bentegodi.

19 febbraio 2017



La serie positiva del Napoli si è interrotta in Champions, ma prosegue in campionato. Gli azzurri battono 3-1 il Chievo al Bentegodi. Le reti di Insigne e Hamsik nel primo tempo permettono agli azzurri di gestire la partita. Nel secondo tempo c'è qualche indecisione di troppo in difesa ma la vittoria è senz'altro meritata. I tre punti riportano gli azzurri al secondo posto in attesa del posticipo che vedrà la Roma impegnata contro il Torino. L'Inter, vittoriosa sul campo del Bologna, resta a sei punti.

Dominio azzurro

Sarri cambia quattro uomini rispetto a Madrid. C'è Maksimovic con Koulibaly al centro della difesa. A centrocampo spazio ad Allan e Jorginho. In attacco esordisce Pavoletti dal 1' Mertens va in panchina. Nel Chievo Maran punta sulla coppia Inglese-Birsa, con Castro a supporto. I primi 45 minuti sono un assolo del Napoli. I padroni di casa scelgono la trincea, con il 4-3-1-2 che si trasforma in 4-5-1 in fase passiva. L'unica sortita offensiva della squadra di Maran è al 28' quando Inglese, in diagonale, chiama Reina alla parata. Tre minuti dopo il Napoli va in vantaggio. Insigne stoppa in area, rientra sul destro e pennella un tiro a giro che si insacca sul secondo palo. L'ala azzurra, già in goal a Madrid, è il migliore in campo. Già pericoloso al 7' su punizione, gioca a tutto campo, dando una mano in fase difensiva. Al 38' gli azzurri raddoppiano. Indecisione tra Gobbi e Sorrentino, la palla arriva a Hamsik che sigla la decima rete in campionato. Sarebbe un primo tempo perfetto se, al 41', Allan non fosse costretto ad uscire per un problema muscolare. Gli subentra Zielinski.

Articoli correlati

Chievo Verona-Napoli 1-3, tabellino e pagelle

Chievo-Napoli, pesante striscione contro De Laurentiis

Botta e risposta

Il secondo tempo si apre con Meggiorini al posto di Radovanovic. Il Chievo passa al 4-4-2 con Castro e Birsa che si abbassano sulla linea di centrocampo. I gialloblu iniziano bene e, per qualche minuto, mettono in difficoltà il Napoli. Gli azzurri, però, trovano il 3-0 al 58' con Zielinski che segna con una deviazione di Spolli. Il Chievo ha il merito di non arrendersi mai. Al 67' Birsa si invola verso la porta dopo un errore di Maksimovic, Koulibaly salva in modo provvidenziale. Cinque minuti dopo, però, è lo stesso difensore ad essere protagonista dell'errore che spalanca una prateria dinanzi a Meggiorini. L'ex Torino è freddo e batte Reina. I veneti si galvanizzano e - tre minuti dopo - sono protagonisti di un pericoloso batti e ribatti nell'area azzurra. All'87' il Napoli sfiora la quarta rete con Milik, subentrato a Pavoletti, che arriva ad un passo dalla deviazione vincente dopo una bella azione in velocità. Poco male per il Napoli. Finisce 3-1.

© Riproduzione riservata