Mercoledi 20 settembre 2017 22:04

Napoli, lo stadio di De Laurentiis non piace. Tavecchio: «20mila posti sono pochi»




«Farò uno stadio da 20 mila posti con le poltroncine. Al San Paolo non vado più». L'annuncio di De Laurentiis, ultimo sulla questione stadio, è arrivato nella giornata di sabato, a poche ore da Napoli-Bologna. Da anni De Laurentiis fa e disfa a parole sulla questione dell'impianto. Dalla "minaccia" dello stadio a Caserta, fino alla proposta di ristrutturazione del San Paolo firmata Zavanella, il numero uno di casa Napoli non è nuovo ad annunci roboanti sulla futura casa degli azzurri. La sua idea di costruire uno stadio da soli 20mila posti, un impianto elitario solo per pochi eletti, piace praticamente a nessuno. Non entusiasma il presidente della Figc, Tavecchio, che l'ha stroncata questa mattina, ai microfoni di Radio Anch'io. «Uno stadio da 20mila persone non basta a Napoli - ha tuonato Tavecchio -. E' una città che 20mila persone le fa con un quartiere». «Lo Stadio San Paolo credo debba essere messo a norma e sistemato. Gli investimenti - ha proseguito - devono essere fatti non solo dalla parte sportiva ma anche dai Comune». Sulla questione si è espresso anche l'assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello. «Siamo abituati alle uscite di De Laurentiis - ha commentato laconicamente a Radio Kiss Kiss -, ci eravamo sentiti in settimana e non ci aspettavamo un'uscita di questo tipo. Può fare come vuole, noi il San Paolo lo facciamo lo stesso e permetteremo al Napoli di giocarci in condizioni migliori. Ci vorranno un paio d’anni».